Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze: Sesto c'è!

L’11 ottobre è la Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze. Questa giornata è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2011 per dire NO alla violenza e alla discriminazione di genere e per diffondere la cultura del rispetto dei diritti delle più piccole.

Data di pubblicazione:

martedì 5 novembre, 2019

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 27 febbraio, 2020

L’11 ottobre è la Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze.
Questa giornata è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2011 per dire NO alla violenza e alla discriminazione di genere e per diffondere la cultura del rispetto dei diritti delle più piccole.

Anche Sesto celebra questa giornata e, dal 2018, partecipa alla campagna di sensibilizzazione “InDifesa” dell’Associazione Terre des Hommes.

La Carta dei diritti della bambina

Il 23 settembre 2019 (con delibera di Giunta n° 306) il Comune ha adottato la Carta dei diritti della bambina.

La Carta è una premessa fondamentale per l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita. La bambina deve essere protetta e formata in modo che possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri contro ogni forma di discriminazione.

Articolo 1
Di essere protetta e trattata con giustizia dalla famiglia, dalla scuola, dai datori di lavoro anche in relazione alle esigenze genitoriali, dai servizi sociali, sanitari e dalla comunità.
Articolo 2
Di essere tutelata da ogni forma di violenza fisica o psicologica, sfruttamento, abusi sessuali e dalla imposizione di pratiche culturali che ne compromettano l’equilibrio psico-fisico.
Articolo 3
Di beneficiare di una giusta condivisione di tutte le risorse sociali e di poter accedere in presenza di disabilità a forme di sostegno specificamente previste.
Articolo 4
Di essere trattata con i pieni diritti della persona dalla legge e dagli organismi sociali.
Articolo 5
Di ricevere una idonea istruzione in materia di economia e di politica che le consenta di crescere come cittadina consapevole.
Articolo 6
Di ricevere informazioni ed educazione su tutti gli aspetti della salute, inclusi quelli sessuali e riproduttivi, con particolare riguardo alla medicina di genere per le esigenze proprie dell’infanzia e dell’adolescenza femminile.
Articolo 7
Di beneficiare nella pubertà del sostegno positivo da parte della famiglia, della scuola e dei servizi socio-sanitari per poter affrontare i cambiamenti fisici ed emotivi tipici di questo periodo.
Articolo 8
Di apparire nelle statistiche ufficiali in dati disaggregati per genere ed età.
Articolo 9
Di non essere bersaglio, né tantomeno strumento, di pubblicità per l’apologia di tabacco, alcol, sostanze nocive in genere e di ogni altra campagna di immagine lesiva della sua dignità.

La Carta è stata presentata e approvata all’unanimità durante il Meeting delle Presidenti Europee (BPW International Business & Professional Women) il 30 settembre 2016 e la Giunta Comunale l’ha adottata con delibera 306 del 23 settembre 2019.

L’arancione: negli anni ci siamo colorati così

L’arancione è il colore simbolo di questa giornata!

L’11 ottobre infatti Sesto si colora di arancio: sui social, con logo di Facebook,  post e copertina virati in arancione e in Comune, con gli striscioni della Campagna “InDifesa” appesi fuori dagli uffici e dipendenti e Giunta fotografati con un simbolo arancione della campagna!

Guarda le fotogallery di come è andata:

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/02/2020