Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Coronavirus: disposizioni del Governo e modello di autocertificazione per gli spostamenti

🛑 Il 1° aprile 2020 è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ha prorogato le misure restrittive per contrastare il diffondersi del Coronavirus. Scarica anche l'autocertificazione per gli spostamenti.

Data di pubblicazione:

giovedì 2 aprile, 2020

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 2 aprile, 2020

Logo Presidenza del Consiglio dei Ministri

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° aprile 2020

Il 1° aprile è stato pubblicato il DPCM che ha confermato e prorogato le misure restrittive riguardanti il contrasto e il contenimento del diffondersi del Coronavirus, sull’intero territorio nazionale.

Decreto Legge del 25 marzo 2020

Il 25 marzo 2020 è stato pubblicato il Decreto Legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19”.
Leggi il testo sulla Gazzetta Ufficiale

📌 Mobilità  e autocertificazione

Scarica il nuovo modello di autocertificazione del 26 marzo 2020 compilabile al pc.

Il decreto raccomanda di evitare ogni spostamento. Gli spostamenti sono consentiti solo per:
– comprovate esigenze lavorative
– assoluta urgenza (“per trasferimenti in comune diverso”, come previsto dall’art. 1, comma
1, lettera b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020)
– situazione di necessità (per spostamenti all’interno dello stesso comune o che rivestono
carattere di quotidianità o che, comunque, siano effettuati abitualmente in ragione della
brevità delle distanze da percorrere)
– motivi di salute.

Se esci di casa per uno di questi motivi, compila e porta con te il modulo di autocertificazione in cui dichiari il motivo del tuo spostamento. Se le forze dell’ordine fanno un controllo dovrai consegnare questo modulo.
n.b. Se non hai con te l’autocertificazione, non preoccuparti, le forze dell’ordine ti daranno il modulo da compilare al momento.

Decreto del Governo del 22 marzo 2020

Domenica 22 marzo 2020 il Governo ha emanato un nuovo decreto con misure stringenti valide in tutta Italia per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Viene chiusa ogni attività produttiva che non è strettamente necessaria, cruciale, indispensabile a garantirci beni e servizi essenziali.

L’allegato 1 del decreto contiene una lista dettagliata in cui sono indicate le filiere produttive delle attività dei servizi di pubblica utilità, quelli che sono più necessari per il funzionamento dello Stato in questa fase di emergenza.
Continueranno a rimanere aperti tutti i supermercati, tutti i negozi di generi alimentari e di prima necessità.
Continueranno a rimanere aperte anche farmacie, parafarmacie, servizi bancari, postali, assicurativi e finanziari.

È vietato, inoltre, per tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un comune diverso da quello in cui si trovano. Uniche eccezioni: comprovate esigenze lavorative, esigenze di assoluta urgenza o per motivi di salute.

Il decreto è valido fino al 3 aprile 2020

Leggi il testo del decreto del 22 marzo 2020

Ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo 2020

Il 20 marzo 2020 il Ministro della Salute ha firmato l’ordinanza che adotta nuove restrizioni in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19.
Leggi l’ordinanza del 20 marzo 2020

Decreto del Governo dell’11 marzo 2020

l’11 marzo 2020 il Governo ha firmato un nuovo decreto con ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sull’intero territorio nazionale.

Leggi il decreto dell’11 marzo 2020

Queste nuove disposizoni sono valide fino al 25 marzo.

Decreti precedenti:

Leggi il decreto del 9 marzo 2020

Leggi il decreto dell’8 marzo 2020

 

FAQ Governo #iorestoacasa Leggi le domande frequenti  sulle misure adottate nel decreto #iorestoacasa  del Governo

 

📌 Salute

Se sentite sintomi influenzali gravi con problemi respiratori, dovete chiamare il 112 e non recarvi al pronto soccorso.
Per informazioni sull’emergenza Coronavirus, Regione Lombardia ha istituito un numeno verde a cui risponde l’unità di crisi istituita da Regione Lombardia: 800 89 45 45.
>>Leggete le informazioni, le domande e le risposte sul sito, dedicato al Coronavirus, del Ministero della Salute.

10 comportamenti da seguire

norme_igieniche_corona_virus

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

02/04/2020