Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Green pass: le norme

Chi ha più di 12 anni può svolgere alcune attività solo con il Green pass. Il Green pass è obbligatorio anche per alcune categorie, leggi quali.

Data di pubblicazione:

venerdì 23 luglio, 2021

Tempo di lettura:

7 min

Visualizzazioni

6471

Ultimo aggiornamento:

giovedì 16 settembre, 2021

Il Governo ha emanato alcuni Decreti legge che regolano l’uso del Green pass:

✅✅✅Green pass

Dal 6 agosto 2021, per chi ha più di 12 anni, sarà possibile svolgere alcune attività solo con:
– il Green pass che certifichi di aver fatto almeno la prima dose del vaccino
– il Green pass che certifichi di essere guariti dal Covid (validità 6 mesi)
– un test molecolare o rapido con risultato negativo (validità 48 ore)

Per la verifica, insieme al Green pass, bisogna mostrare anche un documento d’identità valido (art 13, comma 4 del Dpcm del 17 giugno 2021).

📌Non ha l’obbligo del Green pass chi ha meno di 12 anni e chi non può vaccinarsi per motivi di salute, in base alla certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti dal Ministero della salute.

🟢Attività per cui è richiesto 

Ecco, in sintesi, le attività per cui dal 6 agosto 2021 è richiesto il Green pass:
🍝 consumare al tavolo in ristoranti, bar e in qualsiasi altro esercizio di ristorazione al chiuso
🎭assistere a spettacoli, concerti, eventi e competizioni sportive
🖼accedere a musei, mostre, biblioteche e altri luoghi della cultura
🥳partecipare a feste e ricevimenti
🏊‍♀️entrare in centri benessere e strutture sportive al chiuso (piscine, palestre, campi per sport di squadra) e nei centri termali
🙋‍♂️partecipare a sagre e fiere, convegni e congressi
🎢 entrare nei parchi tematici e di divertimento
🙋‍♀️partecipare alle attività al chiuso nei centri culturali, sociali e ricreativi (con eccezione per i centri educativi per l’infanzia e i centri estivi)
✍🏻partecipare a concorsi pubblici
🎲accedere a sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò

– le discoteche rimangono chiuse.

Multe:
I titolari sono tenuti a verificare che chi accede ai propri servizi e attività abbia il green pass o il risultato negativo al test molecolare o rapido fatto nelle 48 precedenti.
In caso di violazione può essere fatta una multa che va da 400 a 1000 euro sia a carico del titolare che del cittadino. Se la violazione viene ripetuta per tre volte in tre giorni diversi, l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni.

🟢Scuola e Università

➖ Accesso alle strutture scolastiche e universitarie
Il Green pass è obbligatorio:
• per il personale di tutte le scuole e delle Università:
non presentare il Green pass è considerata assenza ingiustificata e, dal quinto giorno di assenza, il rapporto di lavoro viene sospeso.
• per chiunque accede a tutte le strutture scolastiche e universitarie (compresi genitori, personale delle pulizie, delle mense, …)

➖Studenti
Solo gli studenti universitari e quelli che frequentano i percorsi formativi degli Istituti tecnici superiori hanno l’obbligo di presentare il Gren pass.
L’obbligo non vale per i bambini e i ragazzi delle scuole medie e superiori.
Tutti gli studenti dai 12 ai 18 anni possono fare tamponi rapidi a prezzi calmierati.

➖Attività in presenza
Per il 2021-2022, l’attività scolastica di tutte le scuole di ogni ordine e grado e delle università viene svolta in presenza.
Misure obbligatorie:
– uso di mascherine, tranne quando si fa sport e per i bambini sotto i 6 anni o con disabilità o patologie
– distanza di un metro
– entrata a scuola con una temperatura inferiore ai 37, 5 gradi
In zona arancione o rossa, i presidenti delle Regioni e i sindaci potranno decidere di fare delle chiusure solo in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai e solo per singole istituzioni scolastiche o per quelle presenti in specifiche aree territoriali.

🟢Trasporti

Il Green pass è obbligatorio sui trasporti a lunga percorrenza:
– aerei
– navi e traghetti interregionali (esclusi quelli impiegati per i collegamenti nello Stretto di Messina)
– treni Inter City, Inter City Notte e Alta Velocità
– autobus che collegano più di due regioni e che offrono un servizio continuativo o periodico con itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti
– autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente

Il Green pass non è obbligatorio su tutti gli altri mezzi di trasporto, come ad esempio su autobus e metropolitane del trasporto pubblico locale e sui treni regionali.

🟢Salute: RSA e strutture per anziani

Dal 10 ottobre il Green pass è obbligatorio per tutte le persone che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa nelle strutture residenziali, socio-assistenziali, sociosanitarie e hospice (RSA, strutture per anziani, …).

➡Leggi nel dettaglio cos’è e come ottenere il Green pass: https://www.dgc.gov.it/web/

⚪🟡🟠🔴Zone a colori le novità

L’incidenza dei contagi resta in vigore ma non sarà più il criterio guida per la scelta delle colorazioni (bianca, gialla, arancione, rossa) delle Regioni.
Dal primo agosto i due parametri principali saranno:
– il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19
– il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19.

Si resta in zona bianca

Le Regioni restano in zona bianca se:

a. l’incidenza settimanale dei contagi è inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti per tre settimane consecutive
b. qualora si verifichi un’incidenza superiore a 50 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona bianca se si verifica una delle due condizioni successive:
• il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 15%;
oppure
• il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 10%;

🟡Da bianca a gialla

È necessario che si verifichino alcune condizioni perché una Regione passi alla colorazione gialla:

a. l’incidenza settimanale dei contagi deve essere pari o superiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti a condizione che il tasso di occupazione dei posti letto in area medica sia superiore al 15 % e il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 sia superiore al 10%
b. qualora si verifichi un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti, la Regione resta in zona gialla se si verificano una delle due condizioni successive
•il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 30%;
oppure
•il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da Covid-19 è uguale o inferiore al 20%;

🟠Da gialla ad arancione

È necessario che si verifichi un’incidenza settimanale dei contagi pari o superiore a 150 casi ogni 100.000 abitanti e aver contestualmente superato i limiti di occupazione dei posti letto di area medica e terapia intensiva prevista per la zona gialla.

🔴Da arancione a rossa

Una Regione è in zona rossa in presenza di un’incidenza pari o superiore a 150 casi per 100.000 abitanti e se si verificano entrambe le condizioni successive

a. il tasso di occupazione dei posti letto in area medica per pazienti affetti da COVID-19 è superiore al 40%;
b. il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva per pazienti affetti da COVID-19 è superiore al 30%.

📽🎤🎭⚽Misure per lo svolgimento degli spettacoli culturali e sportivi

In zona bianca e in zona gialla gli eventi sono consentiti solo con posti a sedere preassegnati e con distanza di almeno un metro per gli spettatori non conviventi. L’accesso è consentito solo ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19.

•Per quanto riguarda cinema, teatro, concerti, le nuove regole sono:

– zona bianca: 25% di capienza massima al chiuso e 50% all’aperto e comunque non più di 2.500 persone al chiuso e 5.000 all’aperto.
– zona gialla: 50% di capienza massima e comunque non più di 1.000 persone al chiuso e 2.500 all’aperto.

•Per quanto riguarda gli eventi sportivi le nuove regole sono:

– zona bianca: 25% di capienza massima al chiuso e 50% all’aperto.
– zona gialla: 25% di capienza massima e comunque non più di 1.000 persone al chiuso e 2.500 all’aperto.

🔶Vaccinati con doppia dose e contatti stretti: quarantena di 7 giorni

Chi ha completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni e ha avuto un contatto stretto con una persona  positiva al Covid 19, deve fare un periodo di quarantena di almeno 7 giorni. Può rientrare in comunità dopo questo periodo con un test molecolare o antigenico negativo.
Se non può fare il test tra il settimo e il quattordicesimo giorno, può concludere il periodo di quarantena dopo almeno 14 giorni dall’ultimo contatto con la persona positiva al Covid 19, anche senza test molecolare o antigenico.

Leggi la Circolare del Ministero della Salute

Di più

– Decreto legge del 6 agosto 2021 n. 111:
Gazzetta ufficiale: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/08/06/21G00125/sg e Testo del Decreto
Comunicato stampa: https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-32/17592

– Decreto legge del 23 luglio 2021 n. 105:
Gazzetta ufficiale: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/07/23/21G00117/sg
Comunicato stampa : https://www.governo.it/it/articolo/comunicato-stampa-del-consiglio-dei-ministri-n-30/17514

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16/09/2021