Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Disposizioni in vigore dal 7 al 30 aprile 2021

Leggi tutte le misure del nuovo Decreto legge in vigore fino al 30 aprile 2021.🟠 La Lombardia da lunedi 12 aprile è in zona  arancione.

Data di pubblicazione:

venerdì 2 aprile, 2021

Tempo di lettura:

5 min

Visualizzazioni

8972

Ultimo aggiornamento:

lunedì 12 aprile, 2021

🟠 La Lombardia da lunedì 12 aprile 2021 è in zona arancione, leggi sotto le misure in vigore.
🚗 A Sesto è possibile parcheggiare, fino al 12 aprile 2021, senza limitazioni anche negli orari in cui passano i mezzi dell’igiene urbana per la pulizia strade. L’unico divieto che resta è quello di parcheggiare nei giorni e orari di mercato.

🆕Nuovo Decreto valido dal 7 al 30 aprile

Il 1° aprile è stato emanato un nuovo Decreto Legge (n°44 del 1° aprile 2021) con misure (che si integrano con il Dpcm del 2 marzo e con il Decreto del 12 marzo 2021) che riguardano il periodo dal 7 al 30 aprile 2021.

Ecco le principali:
➖ Colori delle regioni
Nessuna regione può diventare gialla. Quindi fino al 30 aprile 2021 non ci si può spostare tra Regioni.
➖ Visite a parenti e amici
Nelle zone arancioni si può andare a casa di parenti e amici, all’interno del proprio comune, una sola volta al giorno tra le 5.00 e le 22.00 in due persone (oltre ai minori di anni 14 o persone con disabilità conviventi)
➖ Scuole
• sono sempre aperti in presenza, anche se si è in zona rossa, gli asili nido, le scuole dell’infanzia, le elementari e la prima media
• nelle zone arancioni aprono in presenza anche la seconda e la terza media, mentre le scuole superiori si svolgono in presenza per minimo il 50% e fino al 75% e il resto in didattica a distanza.
➖ Personale medico e sanitario
Obbligo vaccinale per il personale medico, sanitario, socio assistenziale e socio sanitario, le farmacie, le parafarmacie e gli studi professionali

Ecco cosa si può fare e cosa è vietato:

🟠Zona arancione

✅ Zona arancione: cosa si può fare

– Uscire dalle 5 alle 22.
– Muoversi all’interno del proprio Comune.
– Prendere cibo da asporto al bar prima delle 18 e al ristorante prima delle 22, ordinare a domicilio sempre.
– Fare attività sportiva e motoria all’aperto nei parchi (anche nei centri sportivi all’aperto) all’interno del Comune.
– Andare a trovare parenti e amici (all’interno del Comune) una sola volta al giorno, tra le 5 e le 22, in due persone (oltre ai minori di anni 14 o persone con disabilità conviventi).
– Andare in un centro commerciale (all’interno dei centri commerciali i negozi non essenziali sono aperti solo dal lunedì al venerdì).
– Andare in tutti i negozi del proprio Comune.
– Andare al mercato
– Andare dal parrucchiere o in un centro estetico.
– Frequentare la scuola in presenza (100% per le scuole dell’infanzia, le elementari e le medie. Almeno il 50% e fino al 75% per le superiori.)
– Andare in biblioteca per il prestito di materiali già prenotati e per le restituzioni, da lunedì a venerdì (sabato chiuse).

🚫 Zona arancione: i divieti

– Uscire di casa dalle 22 alle 5 senza motivi di lavoro, salute o urgenza.
– Uscire dal proprio Comune di residenza senza motivi di lavoro, salute, urgenza.
– Consumare al bar o al ristorante.
– Prendere cibo o bevande da asporto dai bar dopo le 18 e dai ristoranti dopo le 22.
– Visitare un museo o una mostra.
– Andare al cinema o al teatro.
– Andare in palestra o in piscina.
– Andare a fare acquisti in un centro commerciale il sabato, la domenica, i giorni prefestivi o festivi (a meno che non si tratti di: farmacie, parafarmacie, generi alimentari, tabacchi ed edicole. Leggi nel dettaglio tute le attività aperte nell’allegato 24)
– Partecipare a una festa o andare in discoteca.
– Andare in una sala giochi o in un parco divertimento.
– Fare attività sportiva o attività motoria all’aperto fuori dal proprio Comune.
– Visitare amici e parenti più di una volta al giorno e andare in più di due adulti.

🔴Zona rossa:

✅ Zona rossa: cosa si può fare

– Uscire di casa soltanto per comprovate esigenze di lavoro, salute e urgenza. Bisogna sempre avere l’autocertificazione.
– Andare al supermercato e nei negozi che rimangono aperti: farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole, … (leggi nel dettaglio le attività che restano aperte l’allegato 24)
– Andare al mercato (sono aperti solo i banchi di generi alimentari, prodotti agricoli, fiori e piante)
– Acquistare cibo e bevande da asporto nei bar fino alle 18 e nei ristoranti fino alle 22.  Ordinare a domicilio sempre.
– Fare attività motoria individuale nei pressi della propria abitazione e attività sportiva individuale all’aperto.
– Andare in biblioteca per il prestito di materiali già prenotati e per le restituzioni, da lunedì a venerdì (sabato chiuse).
– Frequentare la scuola in presenza negli asili nido, scuole dell’infanzia, elementari e prima media. Frequentare solo con didattica a distanza al 100% in seconda e terza media e scuole superiori.

🚫 Zona rossa: i divieti

– Uscire di casa se non si ha un comprovato motivo di lavoro, salute e urgenza.
– Andare nei negozi di abbigliamento, calzature e in altri negozi che vendono beni non di prima necessità. I negozi di vestiti e scarpe per bambini sono aperti.
– Visitare parenti e amici.
– Mangiare al bar o al ristorante.
– Andare al cinema, al teatro, in un museo o a vedere una mostra.
– Andare in palestra o in piscina o nei centri sportivi (anche se sono all’aperto).
– Andare dal parrucchiere, dal barbiere o in un centro estetico.
– Andare in una sala giochi o in un parco divertimento.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

12/04/2021