Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Il 5 per mille al tuo Comune

Data di pubblicazione:

giovedì 31 maggio, 2018

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 29 giugno, 2020

Nella dichiarazione dei redditi puoi scegliere di destinare il 5 x mille al tuo Comune che lo impiegherà in attività sociali.
Leggi nel dettaglio di cosa si tratta e come fare.

Cos’è il 5 per mille?

Il 5 x mille è la quota dell’Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) che, sulla dichiarazione dei redditi, puoi scegliere di destinare a organizzazioni non profit oppure al tuo Comune di residenza per sostenere le attività sociali.

Quanto costa?

Il 5 x 1000 non ti costa nulla perché non è una tassa in più, è una quota dell’IRPEF che, invece di dare allo Stato, puoi destinare al Comune.
Devolvere il 5 x mille è una possibilità in più e non sostituisce l’8 per mille. Si possono scegliere entrambe.

Perchè destinare il 5 x mille al Comune?

Perchè in questo modo ci aiuti ad aiutare! Il 5 x 1000 che raccogliamo, infatti, lo investiamo nelle attività sociali che realizziamo a favore della comunità e dei sestesi che si trovano in una situazione difficile: singoli cittadini e famiglie in difficoltà, persone anziane e disabili, bambini e adolescenti.

Come fare

Per scegliere di dare il 5 x 1000 al Comune, basta mettere la tua firma sul modello per la dichiarazione dei redditi nello spazio dedicato al 5 x 1000 all’interno del riquadro “attività sociali svolte dal Comune di residenza”.

Cosa succede se non firmi per il 5 per mille?

Se non firmi quei fondi rimarranno allo Stato. Se firmi per il tuo Comune, invece rimarranno a disposizione della tua comunità. Le quote di 5 per mille che verranno realmente assegnate saranno solo quelle dei contribuenti che avranno fatto la loro scelta sul modello della dichiarazione dei redditi.

 Insieme possiamo fare di più!

Rendicontazione

Rendicontazione 2016

Rendicontazione 2015

Rendicontazione 2014

 

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

29/06/2020