Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Come smaltire i pannolini e i pannoloni dopo esami medici o terapie con radiofarmaci

Leggi come smaltire in modo corretto pannolini e pannoloni in caso di esami e terapie con radiofarmaci.

Data di pubblicazione:

venerdì 15 aprile, 2022

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

venerdì 15 aprile, 2022

buttare pannolini

☢DA SAPERE
Dopo
aver fatto un esame medico o una terapia con radiofarmaci, i pannoloni delle persone anziane ed i pannolini dei bambini possono presentare traccie di radioattività.
Questa radioattività decade rapidamente, dopo alcuni giorni per gli esami e dopo una settimana per le terapie, ma se il pannolone o il pannolino viene mescolato subito con il normale rifiuto “secco”, al momento dell’arrivo al termovalorizzatore la radioattività può essere rilevata dagli strumenti di controllo.
In questo caso, il mezzo che trasporta i rifiuti viene messo in quarantena fino all’identificazione del rifiuto radioattivo.
Ciò, da un lato tutela l’ambiente, ma dall’altro causa ritardi e maggiori costi nello smaltimento dei rifiuti.
🙏🏻La collaborazione di tutti è, quindi, fondamentale per ridurre i disagi nella raccolta ed i maggiori costi di smaltimento.

📌Ecco come fare il giusto smaltimento:
pannolini e pannoloni che possano contenere feci o urine prodotte nei giorni successivi ad un esame o ad una terapia radiodiagnostici devono essere raccolti in sacchetti separati dagli altri rifiuti
• i sacchetti ben chiusi devono essere conservati per qualche giorni, possibilmente in un luogo poco frequentato (es. garage, cantina,…);
dopo alcuni giorni per gli esami o una settimana per le terapie potranno essere messi nel sacco del “secco”.
non devono essere assolutamente messi nel sacco giallo della plastica.
In questo modo renderete un servizio alla collettività, aiutando ad evitare aumenti di costi ed errori nello smaltimento dei rifiuti.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

15/04/2022