Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Lo Sportello Informagiovani, oltre a rilasciare informazioni (orientamento al lavoro, formazione, tempo libero, sport, ecc.), supportare nella stesura cv e gestire gli abbonamenti ATM per gli studenti, svolge un’intensa attività nell’ambito delle politiche giovanili il cui progetto di punta è stato l’avvio e la supervisione, insieme a gruppi informali di giovani del territorio, dello Spazio Punto Zero presso SpazioArte.

A seguito della constatazione che nella città di Sesto San Giovanni mancavano iniziative ed attività rivolte e pensate dai cittadini più giovani, matura nel 2018 l’idea di creare in città un luogo che potesse essere punto di riferimento per tutti i giovani di Sesto, e non solo, dando voce a diversi gruppi informali e piccole realtà associative giovanili.

Il progetto si concretizza a luglio 2018 (22 luglio) con la sottoscrizione tra l’Amministrazione comunale e l’associazione Sestonetwork di un accordo volto alla realizzazione di un centro di aggregazione giovanile. Lo spazio individuato è quello dell’ex circoscrizione di quartiere ubicato all’interno della prestigiosa struttura Spazio Arte, da sempre considerata il polo culturale della città. I locali assegnati comprendono 3 stanze (una delle quali già adibita a stazione radiofonica Sestonetwork) e un salone di 60 mq.

A supervisionare il progetto il servizio “Politiche giovanili – Informagiovani” che per l’occasione, e per assolvere al meglio il proprio ruolo, trasferisce gli uffici all’interno dello stesso spazio.

Nell’arco di pochi mesi, grazie al lavoro svolto dai ragazzi, i locali vengono sgombrati dal vecchio mobilio, ripuliti, tinteggiati e ammodernati.

Lo spazio prende nome di “Punto Zero”. Lo Zero è la situazione da cui si parte e il Punto, nel linguaggio delle nuove tecnologie e nell’estensione più ampia del termine, precede sempre un numero in continua progressione che rappresenta lo stato dell’essere aggiornati, connessi, globali, veloci, insomma dell’essere giovani.

La stagione si apre ufficialmente a gennaio 2019 con una programmazione ampia ed eterogenea, articolata su base settimanale, mensile, semestrale e che spazia tra attività culturali, ludiche, formative, laboratoriali, espositive, aggregative, radiofoniche e scientifiche.

Ottimi i risultati del primo anno di attività:

292 attività/eventi, per un per un numero complessivo di partecipanti pari a 3.696

Il servizio Informagiovani ha supportato il gruppo nell’individuazione di finanziamenti esterni attraverso la partecipazione a bandi.

Così nel 2019 la Fondazione Comunitaria Nord Milano premia il progetto “Punto Zero” presentato da diversi soggetti in partenariato: associazione Sestonetwork coop. La Grande Casa Onlus, associazione Sconfinando, associazione Arthropoda, associazione Lem.

Forti di questi dati e delle competenze acquisite il 2020 si apre nel pieno dell’ottimismo, fiduciosi di poter realizzare per il futuro un progetto di più alta qualità.

A travolgere bilanci e previsioni arriva a febbraio 2020 la pandemia Covid-19 che vieta qualsiasi forma di aggregazione, la ragion d’essere di Punto Zero.

Nonostante la situazione di crisi e lo sconforto generale le attività proseguono online, una modalità che per quanto impalpabile e limitante risulta inizialmente l’alleata principale contro la solitudine, l’isolamento e la noia.

Non tutto è attuabile virtualmente ma si ricorre allo streaming ogniqualvolta il contenuto lo consente, quasi come se l’essere connessi prevalesse sull’attività da realizzare. A riprova di questo, l’incremento, durante il periodo di lockdown, di riunioni e di alcune attività.

E nonostante la pandemia, nel 2020 sono state realizzate 252 attività, per un per un numero complessivo di partecipanti pari a 2.028

Si segnalano in particolare le seguenti attività:

Raccolta fondi emergenza Covid-19: avviata da Punto Zero per l’ospedale di Sesto San Giovanni e per l’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo. Fondi raccolti: € 10.200,00, devoluti per l’acquisto di materiale, apparecchi e dispositivi di sicurezza.

Radio web: 12 rubriche per un totale di 150 puntate + 4 eventi speciali

Call for artist”: a luglio, nell’unica finestra di apertura, Punto Zero organizza l’evento musicale e artistico Call for Artist presso il cortile della Villa d’Aragona all’interno della rassegna “Estate in città”. La partecipazione è notevole tanto da sospendere l’ingresso per i raggiunti limiti numerici (70) come imposti dai criteri di sicurezza Covid-19

Le vite valgono”: progetto vincitore del bando “ANG in radio” finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani presentato da Sestonetwork e Punto Zero in collaborazione con la coop. La Grande Casa e le associazioni Sestonetwork, Sconfinando, Arthropoda.

Oltre all’avvio e alla supervisione del progetto “Punto Zero”, il servizio Informagiovani – Politiche giovanili ha gestito:

2019

    • Progetto “A che gioco giochiamo?” seminario restituzioni risultati CNR

    • Alternanza scuola-lavoro: chiesa San Nicolao – IISS de Nicola

    • Promozione montagna – Cai di Sesto

    • Future in job – c/o Bicocca Village

    • Progetto PEBA – settore Territorio e Infastrutture

    • Progetto Lost in Education – Unicef

    • Monitoraggio sale musica

    • Bando sale musica

    • Progetto serra villa Mylius – ass.ne Arthropoda

    • Progetto Teen Angels

    • Progetto orientamento al lavoro – ass.ne Maestri del Lavoro

2020

    • Monitoraggio sale musica

    • Progetto Lost in Education – Unicef

    • Progetto FCNM – Punto Zero e SestoNetwork

    • Progetto ANG – Punto Zero e SestoNetwork

    • Progetto FCNM – associazione Arthropoda

 

Galleria

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

05/02/2021