Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Autorizzazioni e norme per l'abbattimento di alberi

Il Regolamento del verde tutela all’art. 2.2 tutti gli alberi che hanno una circonferenza del tronco di almeno 80 cm. misurata a cm. 130 di altezza che si trovano in aree pubbliche o in aree private.

Nel caso tu abbia bisogno di abbattere uno o più alberi devi seguire una procedura ben precisa.

Abbattimento di piante con circonferenza del tronco inferiore a cm. 80

E’ necessario inviare, prima dell’abbattimento, una comunicazione scritta all’ufficio Verde in cui dichiari che procederai all’intervento.
Alla comunicazione devi allegare materiale fotografico per ogni albero da abbattere che ne evidenzi la circonferenza effettiva (foto del tronco con misura rilevata da metro a nastro) a 130 cm da terra (quindi almeno due foto).

Abbattimento di piante con circonferenza del tronco uguale o superiore a cm. 80

Di norma è vietato abbattere piante di queste dimensioni.
Ci sono, però, delle eccezioni ed esenzioni che sono elencate all’art. 8 del Regolamento del Verde.

Devi inoltrare la domanda di riconoscimento di tali eccezioni, via PEC, con allegata documentazione fotografica probante e copia della delibera assembleare che approva l’intervento (nel caso di condomini), al settore Ambiente che dovrà esprimere il parere di competenza.

A questo punto un tecnico effettua un sopralluogo, verifica che la pianta che vuoi abbattere rientra nei casi b) e c) dell’articolo 8 del Regolamento del Verde e rilascia l’autorizzazione ad abbattere senza alcun costo.

Il settore Ambiente, allo scopo di esprimere il parere di competenza, può chiedere, a integrazione della documentazione inviata, una perizia agronomica delle piante che si vogliono abbattere.

Se hai urgenza di abbattere una pianta perché c’è un pericolo immediato, devi comunque presentare una richiesta e documentarla in maniera adeguata.
Il settore Ambiente si impegna in questo caso ad esprimere il parere nel più breve tempo possibile.

Se la richiesta di abbattimento rientra nell’ambito di un procedimento di concessione edilizia, questa va allegata alla richiesta del procedimento edilizio e deve essere inoltrata secondo il modello previsto all’allegato B del Regolamento del Verde.
La richiesta deve essere inviata al Settore Territorio e lavori pubblici – ufficio SUE (e, in caso, inviata per conoscenza al settore Ambiente), l’ufficio di competenza lo inoltra al settore Ambiente che, dopo le opportune verifiche, può autorizzare.
In questo caso, si richiede, a compensazione degli abbattimenti che si vogliono effettuare, un piano di piantumazioni sostitutive (art. 9 e allegato B del Regolamento del Verde), a carico del richiedente, da effettuarsi sulla stessa area interessata dagli abbattimenti o, nel caso non fosse possibile, in un’area a verde di proprietà comunale.

A garanzia della effettiva realizzazione del piano di sostituzione, il richiedente dovrà costituire un deposito cauzionale o una polizza fidejussoria di importo pari al valore delle piante da mettere a dimora (compresa la posa in opera), prima di effettuare gli abbattimenti, come previsto all’art. 9 del Regolamento del Verde.

Il versamento costituisce parte integrante dell’autorizzazione (solamente una copia va inviata agli uffici).

A piantumazioni avvenute, a seguito del completo attecchimento e alla sua prima ripresa vegetativa, la polizza (o il deposito) viene svincolata a seguito di un sopralluogo in contraddittorio tra un tecnico dell’amministrazione e il richiedente.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

23/04/2020