Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Fondo Sociale Regionale 2020: come richiedere il contributo

Leggi come fare domanda per accedere alle risorse del Fondo Sociale Regionale 2020. C'è tempo fino alle ore 12.00 del 15 dicembre 2020.

Regione Lombardia ha approvato la delibera per la ripartizione delle risorse del Fondo Sociale Regionale 2020 (delibera n. 3663 del 13 ottobre 2020).

Le risorse del Fondo Sociale Regionale sono finalizzate al cofinanziamento dei servizi e degli interventi sociali afferenti alle aree Minori e Famiglia, Disabili e Anziani.
🆕Regione ha previsto per l’anno 2020 una quota aggiuntiva finalizzata a sostenere le unità di offerta per la prima infanzia pubbliche e private che hanno risentito delle difficoltà conseguenti al periodo di sospensione delle attività imposta dall’emergenza Covid-19.

Il fondo assegnato all’Ambito territoriale di Sesto San Giovanni (Comuni di Sesto San Giovanni e Cologno Monzese) per l’anno 2020 è pari a € 641.128,17. La quota aggiuntiva per l’Emergenza Covid-19 ammonta ad € 99.359,79.

Modalità e destinatari della quota ordinaria del Fondo

Ecco le unità di offerta della rete sociale che possono essere finanziate come deliberato dall’Assemblea dei Sindaci:

• Servizi per la prima infanzia (Asili nido e Micronidi pubblici e convenzionati/accreditati)
• Servizi residenziali per minori (Comunità educative, Comunità familiari e Alloggi per l’autonomia)
• Servizi Diurni per minori (Centri ricreativi diurni e Centri di Aggregazione Giovanile)
• Assistenza domiciliare minori (ADM)
• Affidi
• Rette per minori in comunità
• Servizi di Formazione all’Autonomia
• Comunità alloggio disabili e Comunità Socio Sanitarie
• Servizio di assistenza domiciliare anziani (SAD)
• Servizio di assistenza domiciliare disabili (SADH)

Le unità di offerta sociali che possono accedere al finanziamento devono essere tra quelle individuate dalla Giunta Regionale ai sensi della DGR 7287/08 e devono essere in regolare esercizio nell’anno in corso ed essere presenti nel gestionale AFAM con proprio codice struttura.

Ai fini della determinazione del contributo da assegnare all’Ente Gestore, vengono prese a riferimento le rendicontazioni delle attività, dei costi e dei ricavi dell’anno 2019. Non sono ammesse al finanziamento le unità di offerta che hanno iniziato l’attività nel 2020.

L’Assemblea dei Sindaci annualmente definisce e approva:

  • i criteri di utilizzo del Fondo Sociale
  • il piano di assegnazione dei contributi
  • le motivazioni dell’eventuale esclusione dei contributi agli enti esclusi

La presentazione della domanda di contributo quindi non comporta in automatico l’assegnazione dello stesso.

Modalità e destinatari della quota Covid-19 del Fondo

Possono presentare domanda per la quota Covid-19 esclusivamente i gestori delle unità di offerta per la prima infanzia:

• Asili Nido
• Micro Nidi
• Nidi aziendali
• Nidi famiglia
• Centri per la prima infanzia

La quota è finalizzata a riconoscere alle strutture per la prima infanzia pubbliche e private a titolo di indennizzo euro 95,00 una tantum per posto in esercizio risultante nell’Anagrafica regionale AFAM al 30 settembre 2020.

Moduli e allegati

📎Domanda di quota ordinaria

Gli Enti Gestori delle Unità d’offerta sociali che rientrano tra i destinatari interessati al riparto del finanziamento del FSR devono presentare la domanda di contributo ordinario (allegato A), la scheda di rendicontazione dell’attività anno 2019 (da richiedere all’Ufficio di Piano) e l’autocertificazione che attesti che i contributi ricevuti sono stati finalizzati al mantenimento delle rette e/o alla diminuzione delle stesse (allegato C).

📎Domanda quota Covid-19

Gli Enti Gestori delle Unità d’offerta sociali per la prima infanzia, pubbliche e private, devono presentare la domanda di contributo Covid-19(allegato B).

Come fare domanda

Puoi inviare la domanda entro e non oltre le ore 12.00 del 15 dicembre 2020 con uno di questi modi:
– via PEC (da un indirizzo PEC) all’indirizzo comune.sestosg@legalmail.it
– via mail all’Ufficio protocollo. Leggi qui come fare
Nell’oggetto della PEC della mail scrivi “Istanza FSR 2020”. Devi obbligatoriamente allegare tutta la documentazione indicata nella domanda di contributo.

Le domande che perverranno entro la scadenza saranno valutate secondo i criteri approvati dall’Assemblea dei Sindaci.

Per info

Scrivi a:

Documenti

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

16/11/2020