Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Nuova IMU 2020 - Aliquote e detrazioni

Le aliquote e le detrazioni per il 2020 sono state stabilite dal Consiglio Comunale con delibera n. 12 del 24 marzo 2020.

Aliquote

– aliquota di base: 1,06 %
– aliquota per abitazioni principali limitatamente alle abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1,A/8 e A/9 e relative pertinenze, come definite all’art. 1, comma 741, lettera b) della legge 27 dicembre 2019 n. 160, classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, limitatamente a una unità pertinenziale per ciascuna categoria, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo: 0,4 %
– aliquota per abitazioni classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, possedute da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che non risultino locate: 0,4 %
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale da A/1 ad A/9 locate con contratto registrato: 1%
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale da A/2 ad A/7 locate a titolo di abitazione principale alle condizioni stabilite dagli accordi sindacali stipulati ai sensi dell’art. 2, comma 3, della Legge n. 431/1998: 0,4%
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale da A/2 ad A/5 locate al Comune ai sensi della deliberazione della Giunta Comunale n. 36 dell’11.02.2014 e destinate a nuclei familiari in emergenza abitativa e/o sociale: 0,4 %
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale C/1 (negozi con vendita al dettaglio e il cosiddetto artigiano di servizio), possedute da soggetti che le utilizzano quali beni strumentali per la propria attività di impresa o locate per le medesime finalità: 0,76 %
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale C/3 (laboratori artigiani), locate ad imprese artigiane o possedute da imprese artigiane ed impiegate per l’esercizio dell’attività: 0,76 %
– aliquota per unità immobiliari di categoria catastale D/1 impiegate per l’esercizio di attività produttiva: 1 %
– aliquota per unità immobiliari non produttive di reddito fondiario, ai sensi dell’art. 43 del T.U. di cui al D.P.R. n. 917/1986, interamente possedute da imprese costituite in data non antecedente all’1.1.2019 o locate a imprese costituite in data non antecedente all’1.1.2019 alle seguenti condizioni, idoneamente documentate:
a) il soggetto passivo d’imposta deve essere una persona fisica o un’impresa familiare;
b) le attività devono essere finalizzate alla ricerca scientifica e tecnologica o all’utilizzazione dei risultati della ricerca oppure svolgersi nell’ambito della creatività e del design;
c) il contribuente non deve aver esercitato negli ultimi tre anni attività artistica, professionale o di impresa, neppure in forma associata o familiare nello stesso immobile;
d) l’attività da esercitare non deve costituire il proseguimento di un’altra attività, svolta precedentemente in forma di lavoro dipendente o autonomo, fatto salvo il caso del periodo di, pratica obbligatoria ai fini dell’esercizio di arti e professioni, oppure fatto salvo il periodo trascorso, all’interno di incubatori di impresa: 0,76 %
– aliquota per fabbricati rurali ad uso strumentale: 0,1%
– aliquota per fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati: 0,25%.

Le detrazioni e le riduzioni

Il Consiglio ha stabilito in 200 euro la detrazione dall’imposta per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale (solo se classificata nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9) e per le relative pertinenze, da applicarsi fino al raggiungimento dell’ammontare dell’imposta e rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione.
La detrazione di 200 euro viene inoltre applicata all’unità immobiliare (solo se classificata nelle categorie catastali A/1, A/8, A/9) posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che questa non risulti affittata.
Per il 2020 sono confermate queste riduzioni:
– riduzione del 50%  della base imponibile per le abitazioni (non di lusso) date in comodato d’uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori-figli).
– riduzione del 25%  dell’imposta per le abitazioni affittate a canone concordato (Legge n.431/1998).

Fai il calcolo dell’IMU on line!

Calcola on line l’importo dell’IMU sul sito di Anutel e stampa l’F24 compilato.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

19/05/2020