Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics (equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici).

Preferenze Accetto

Portare i rifiuti alla Piattaforma ecologica

Leggi come portare i rifiuti in Piattaforma ecologica e il numero verde da chiamare per il ritiro ingombranti a domicilio.

cassonetto dell'immondizia
©pixabay

La piattaforma ecologica è il luogo dove portare i rifiuti che per quantità, qualità o dimensione non possono essere smaltiti con il regolare servizio di raccolta domiciliare dei rifiuti. Alla piattaforma possono portare i rifiuti sia le utenze domestiche (cittadini privati) che le utenze non domestiche (negozi, uffici, aziende, ristoranti, …).

♻ Cosa si può portare in piattaforma:

Nella tabella qui sotto c’è l‘elenco di tutti i rifiuti che si possono portare in piattaforma e il relativo codice CER.
Tutti i tipi di rifiuti che la Piattaforma accetta e il relativo codice CER:


*l’asterisco fa parte del codice europeo per i rifiuti pericolosi.

n.b. C’è una differenza tra i rifiuti che possono portare i cittadini (utenza domestica) e quelli che possono portare i titolari di attività commerciali, produttive e i pubblici esercizi (utenza non domestica).
Qui sotto trovi tutte le specifiche per entrambi.

🟧INFO PER I CITTADINI (utenze domestiche)

Possono portare i rifiuti in piattaforma tutti i cittadini che pagano la Tari a Sesto San Giovanni, sia residenti che non residenti.

I cittadini possono portare rifiuti, sia pericolosi che non pericolosi, provenienti dalla propria abitazione: ingombranti (mobili, beni domestici durevoli, oggetti di grosse dimensioni,…); oggetti non insaccabili; polistirolo espanso di medio/grandi dimensioni; carta e cartone; legname e rottami in legno; oggetti in metallo; rifiuti inerti (macerie da piccole lavorazioni domestiche); scarti vegetali e ramaglie da potature; grassi e oli vegetali da  cucine; oli minerali; rifiuti pericolosi (pile esauste, farmaci, bombolette spray); lampade al neon; tubi catodici; batterie d’auto esaurite; pneumatici; frigoriferi e frigocongelatori; computer e accessori; cavi elettrici; lastre di vetro; contenitori di vernici, solventi e prodotti etichettati T/F; toner esausti di stampanti e fotocopiatrici (questo elenco non è esaustivo, vedi sotto tabella).
N.B. Per le pile esistono anche contenitori sulla strada e nei negozi di articoli elettrici, per i farmaci ci sono dei contenitori in ogni farmacia.

🟧Leggi in questa tabella il tipo di rifiuto e la rispettiva quantità che si può buttare:

🟧Come si portano i rifiuti in piattaforma

I cittadini residenti a Sesto devono presentarsi alla piattaforma con la carta d’identità valida e dichiarare quello che devono buttare.
Se il documento di identità riporta un’altra residenza e non quella del Comune di Sesto il cittadino deve presentare anche un’altra documentazione che attesti la residenza nel Comune di Sesto (certificato di residenza).

I cittadini non residenti a Sesto, che però pagano la Tari nel nostro Comune, prima di andare in piattaforma, devono compilare un’autocertificazione in cui dichiarano la provenienza dei rifiuti e la proprietà dell’immobile (trovi il modello in fondo alla pagina) e inviarla via PEC a comune.sestosg@legalmail.it oppure via mail a ambiente@sestosg.net (in questo caso allega la copia di un documento d’identità valido) per ottenere l’autorizzazione di scarico che andrà consegnata in piattaforma.

Tutti i cittadini, sia residenti che non residenti a Sesto, devono andare in piattaforma con l’autovettura. Se non avete l’autovettura o se i rifiuti sono molto voluminosi, potete:

  • chiamare il servizio gratuito di ritiro a domicilio degli ingombranti: numero verde 800329650 da lunedì a venerdì 8.00-12.00 e 14.00-16.30, sabato: 8.00-12.00
  • usare un furgone di proprietà, prestato o noleggiato.
    In questo caso, prima di andare in piattaforma, dovete compilare un’autocertificazione in cui dichiarate modello e targa del veicolo utilizzato, quantità e tipologia dei rifiuti da buttare, con allegato l’eventuale contratto di noleggio furgone (trovi il modello in fondo alla pagina) e inviarla via PEC a comune.sestosg@legalmail.it oppure via mail a ambiente@sestosg.net (in questo caso allega la copia di un documento d’identità valido) per ottenere l’autorizzazione di scarico che andrà consegnata in piattaforma.
  • rivolgersi a un’impresa abilitata al trasporto rifiuti.
    In questo caso, prima di andare in piattaforma, dovete compilare un’autocertificazione in dichiarate la quantità e tipologia dei rifiuti da bittare e il nome dell’azienda delegata al conferimento in piattaforma (trovi il modello in fondo alla pagina) e inviarla via PEC a comune.sestosg@legalmail.it oppure via mail a ambiente@sestosg.net (in questo caso allega la copia di un documento d’identità valido) per ottenere l’autorizzazione di scarico che andrà poi consegnata in piattaforma. Il giorno della consegna l’impresa deve presentare in piattaforma anche il Formulario (vidimato dalla Camera di commercio) dove è riportato il riferimento autorizzativo dell’Albo Gestori Ambientali e il codice CER di riferimento dei rifiuti (Decreto Lgs. 205 del 3.12.2010), oltre che il numero di targa del mezzo autorizzato al trasporto.
    Attenzione: se i codici di rifiuto non sono tra i codici ammessi in piattaforma, non sarà possibile lasciare il rifiuto.

 🟦INFO PER IMPRESE, AZIENDE, NEGOZI (utenze non domestiche)

Le utenze non domestiche possono portare in piattaforma i rifiuti solo se:

 non sono rifiuti pericolosi
✔ sono corredati di formulario (uno per ogni tipologia conferita)
sono trasportati da una ditta iscritta all’Albo Nazionale Gestori Ambientali
✔sono prodotti all’interno del territorio comunale
✔rientrano in questo elenco
(L-quater D.Lgs.152/2006):

  1. RIFIUTI ORGANICI: Rifiuti biodegradabili di cucine e mense (CER 20 01 08), Rifiuti biodegradabili (CER 20 02 01) Rifiuti dei mercati (CER 20 03 02)
  2. CARTA E CARTONE: Imballaggi in carta e cartone (CER 15 01 01), Carta e cartone (CER  20 01 01)
  3. PLASTICA: Imballaggi in plastica (CER 15 01 02), Plastica (CER 20 01 39)
  4. LEGNO: Imballaggi in legno (CER 15 01 03) Legno, diverso da quello di cui alla voce (CER 20 01 37* e 20 01 38)
  5. METALLO: Imballaggi metallici (CER 15 01 04), Metallo (CER 20 01 40)
  6. IMBALLAGGI COMPOSITI: Imballaggi materiali compositi (CER 15 01 05)
  7. MULTIMATERIALE: Imballaggi in materiali misti (CER 15 01 06)
  8. VETRO: Imballaggi in vetro (CER 15 01 07), Vetro (CER 20 01 02)
  9. TESSILE: Imballaggi in materia tessile (CER 15 01 09), Abbigliamento (CER 20 01 10)
  10. TONER: Toner per stampa esauriti diversi da quelli di cui alla voce (CER 08 03 17* e  08 03 18)
  11. INGOMBRANTI: Rifiuti ingombranti (CER 20 03 07)
  12. VERNICI, INCHIOSTRI, ADESIVI E RESINE: Vernici, inchiostri, adesivi e resine diversi da quelli di cui alla
    voce (CER 20 01 27* e 20 01 28)
  13. DETERGENTI: Detergenti diversi da quelli di cui alla voce (CER 20 01 29* e 20 01 30)
  14. ALTRI RIFIUTI: Altri rifiuti non biodegradabili (CER 20 02 03)
  15. RIFIUTI URBANI INDIFFERENZIATI: Rifiuti urbani indifferenziati (CER 20 03 01)📌n.b.Leggi nella tabella qui sotto quali tra questi rifiuti possono essere portati alla piattaforma di Sesto San Giovanni.

✔sono prodotti da queste tipi di utenze non domestiche (allegato L-quinquies D.Lgs.152/2006):
1. Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto.
2. Cinematografi e teatri.
3. Autorimesse e magazzini senza alcuna vendita diretta.
4. Campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi.
5. Stabilimenti balneari.
6. Esposizioni, autosaloni.
7. Alberghi con ristorante.
8. Alberghi senza ristorante.
9. Case di cura e riposo.
10. Ospedali.
11. Uffici, agenzie, studi professionali.
12. Banche ed istituti di credito.
13. Negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta, e altri beni durevoli.
14. Edicola, farmacia, tabaccaio, plurilicenze.
15. Negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato.
16. Banchi di mercato beni durevoli.
17. Attività artigianali tipo botteghe: parrucchiere, barbiere, estetista.
18. Attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista.
19. Carrozzeria, autofficina, elettrauto.
20. Attività artigianali di produzione beni specifici.
21. Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub.
22. Mense, birrerie, hamburgerie.
23. Bar, caffè, pasticceria.
24. Supermercato, pane e pasta, macelleria, salumi e formaggi, generi alimentari.
25. Plurilicenze alimentari e/o miste.
26. Ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio.
27. Ipermercati di generi misti.
28. Banchi di mercato generi alimentari.
29. Discoteche, night club.

🟦Come si portano i rifiuti in piattaforma (utenze non domestiche)

Il giorno della consegna l’impresa deve presentare in piattaforma il Formulario (vidimato dalla Camera di commercio) dove è riportato il riferimento dell’autorizzazione dell’Albo Gestori Ambientali e il codice CER di riferimento dei rifiuti (Decreto Lgs. 205 del 3.12.2010), oltre che alla targa del mezzo autorizzato al trasporto.

Attenzione: se i codici di rifiuto non sono tra i codici ammessi in piattaforma, non sarà possibile lasciare il rifiuto.

Importante! Le imprese possono andare in piattaforma senza Formulario solo se:

  • trasportano i propri rifiuti
  • trasportano rifiuti che pesano massimo 30 chilogrammi (o 30 litri) per volta e deve trattarsi di un conferimento occasionale e saltuario (cioè fino a 100 chilogrammi o 100 litri l’anno e massimo quattro volte all’anno).

🟦Leggi in questa tabella il tipo di rifiuto e la rispettiva quantità che si può buttare:

♻ Regole da seguire in piattaforma (sia per i cittadini che le imprese)

Per contenere la diffusione del contagio da COVID-19, in Piattaforma devi rispettare queste regole:
– usare la mascherina o qualunque altro indumento per coprire naso e bocca
disinfettare le mani
mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro dalle altre persone

Ti avvisiamo inoltre che, per gestire al meglio il flusso di persone, abbiamo regolamentato l’ingresso in Piattaforma così:
– può entrare una sola persona per autoveicolo
– quando arrivi, se ci sono altre persone prima di te, devi metterti in coda, rispettando l’ordine di arrivo, e non devi scendere dal tuo mezzo di trasporto prima di raggiungere il contenitore che ti interessa
– ti chiediamo di venire in piattaforma solo se è strettamente necessario

Importante! Per permettere il corretto funzionamento della piattaforma ecologica, i rifiuti sono accettati compatibilmente con la capacità di ricezione dei contenitori.

♻ Indirizzo e orari di apertura

La piattaforma ecologica è in via Copernico, n° 74.
È aperta in questi orari:

♻Utenze domestiche

  • da lunedì a venerdì dalle 14.00 alle 18.00
  •  sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30
  • domenica dalle 9.30 alle 12.30

♻Utenze non domestiche

  • martedì dalle 9.30 alle 12.30
  • mercoledì dalle 9.30 alle 12.30
  • venerdì dalle 9.30 alle 12.30

Il lunedì e il giovedì mattina, la domenica pomeriggio e i giorni festivi la piattaforma rimane chiusa.

Accedi al servizio

Piattaforma ecologica

Via Niccolò Copernico, 74, 20099 Sesto San Giovanni MI, Italia

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30/07/2021