Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Ring War, sabato Sesto San Giovanni diventa capitale mondiale di Muay Thai

La serata comincerà alle 17 con le gare della categoria juniores, mentre dalle 19 in avanti ci saranno gli incontri degli atleti del circuito professionistico, i plurititolati europei, senza dimenticare gli imbattibili della Thailandia, madrepatria della disciplina. Il momento clou sarà il Titolo Mondiale di Muay Thai WMBF dei 67 kg che verrà disputato seguendo il regolamento tradizionale, ovvero con gli antichi bendaggi in corda

Data di pubblicazione:

giovedì 20 febbraio, 2020

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

martedì 3 marzo, 2020

ring war

Presentata ufficialmente, nella sala giunta del Comune di Sesto San Giovanni, la 7^ edizione del Ring War che sabato renderà Sesto capitale mondiale di muay thai: un evento internazionale organizzato al Palasesto dall’associazione sportiva Team Calzolari-De Gym 2.0 del presidente Diego Calzolari che riunirà i migliori combattenti di boxe thailandese in una serata di gala, sport e tradizione marziale.

La serata comincerà alle 17 con le gare della categoria juniores, mentre dalle 19 in avanti ci saranno gli incontri degli atleti del circuito professionistico, i plurititolati europei, senza dimenticare gli imbattibili della Thailandia, madrepatria della disciplina. Il momento clou sarà il Titolo Mondiale di Muay Thai WMBF dei 67 kg che verrà disputato seguendo il regolamento tradizionale, ovvero con gli antichi bendaggi in corda, tra il detentore (ancora imbattuto) thailandese Deo “Checkbill” Pengsangkat e lo sfidante inglese Jack Kennedy. Altro match internazionale sarà quello che vedrà opposti il milanese Lorenzo di Vara e Yassine Hihi. In palio ci saranno anche quattro Titoli Nazionali Pro e le sfide a selezione Oktagon (sul sito ringwar.it la fight card completa). Per il Team Calzolari di Sesto San Giovanni in gara ci saranno Nuriel Cauli, Andrea Rizzi, Federico Amata e Giosef Nassef.
Ring War non si rivolge solo agli appassionati di arti marziali, ma è anche un evento di grande spettacolo, rappresentando un modo per avvicinarsi a una cultura antica e densa di principi nella sua profondità di regole e tradizione, per diffondere i valori di rispetto e appartenenza attraverso lo sport.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

03/03/2020