Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Carmen Longo, ripartono i lavori dopo l'emergenza covid

Oltre al restyling delle vasche, ci saranno spazi multifunzionali sportivi, aree verdi con zona solarium, attività di ristorazione e bar. Di Stefano: "Ridaremo ai sestesi un impianto all'altezza".

Data di pubblicazione:

lunedì 13 luglio, 2020

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 13 luglio, 2020

carmen longo rendering

L’emergenza covid-19 ha visto come conseguenza la chiusura dei cantieri in tutta Italia per effetto dei vari decreti del governo. Ma se in diverse parti del Paese i lavori per opere e infrastrutture sono ancora fermi, a Sesto San Giovanni l’amministrazione comunale si è subito mossa per sbloccare i cantieri presenti in città con l’obiettivo di dare risposte rapide e concrete ai cittadini. I lavori per la realizzazione della piscina scoperta Carmen Longo, un lido estivo da oltre 10.000 metri quadrati, secondo il nuovo cronoprogramma ripartiranno da ottobre. Dopo l’approvazione in giunta, l’iter burocratico prevede un passaggio in Commissione Pianificazione Urbanistica e Ambiente e la votazione in Consiglio comunale.

“Purtroppo questa inaspettata pandemia ha bloccato i lavori generando inevitabili ritardi sul cronoprogramma – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – ma nonostante l’immobilismo di un governo incapace di ascoltare e comprendere le esigenze dei territori, i nostri piani non cambiano. Durante i mesi di quarantena non siamo stati fermi come a Roma, ma abbiamo continuato a lavorare pensando al futuro dei cantieri e delle opere nell’interesse della cittadinanza, per ripartire coi lavori il prima possibile. La nostra priorità è ridare ai sestesi un impianto all’altezza, sicuro e moderno dopo la chiusura nel 2015 a opera della precedente amministrazione di centrosinistra che aveva condannato la Carmen Longo al degrado e all’incuria. Il nuovo impianto diventerà un punto di riferimento per tutto il Nord Milano, in grado di recepirne i bisogni, con particolare attenzione a bambini e famiglie”.

Nel periodo pre-covid si era provveduto all’installazione della cabina dell’energia elettrica che fornirà la corrente all’intera struttura. A dicembre era stato consegnato il cantiere al soggetto aggiudicatario a titolo definitivo della concessione, il raggruppamento di imprese con Ad Maiora srl capogruppo. In seguito era stato completato il cosiddetto “stripping”, ovvero l’estrazione dei materiali da differenziare, ed erano state portate a termine le demolizioni delle vecchie strutture esistenti, ovvero la palazzina degli spogliatoi, la segreteria, il centro servizi, l’alloggio del custode. A febbraio la giunta comunale aveva approvato in linea tecnica il progetto esecutivo della Fase 2 della riqualificazione della piscina Carmen Longo che prevedeva scavi su un’area di 4.500 metri cubi.

Oltre al restyling delle vasche, ci saranno spazi multifunzionali sportivi, aree verdi con zona solarium, attività di ristorazione e bar.

“La riqualificazione della piscina scoperta Carmen Longo – conclude il sindaco Di Stefano – favorirà il completamento e il potenziamento funzionale dell’intera area a vocazione sportiva, già consolidata sul territorio comunale, con l’area dello stadio Breda e dei suoi campi, del Tennis Club e, in prospettiva, del campo sportivo Dordoni, confermando l’intenzione del Comune di realizzare una vera e propria Cittadella dello Sport”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

13/07/2020