Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Centri estivi, al via la rete cittadina con società sportive, associazioni e oratori serali

Al via le attività per i bambini delle primarie nelle scuole “Martiri della Libertà” e “Galli”; il 29 giugno toccherà ai bimbi delle scuole dell'infanzia alla “Corridoni” e alla “Tonale”.

Data di pubblicazione:

lunedì 15 giugno, 2020

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 15 giugno, 2020

bimbi piccoli che leggono
Foto di ParentiPacek da Pixabay

Partono oggi i centri ricreativi estivi a Sesto San Giovanni: al via le attività per i bambini delle primarie negli spazi comunali delle scuole “Martiri della Libertà” e “Galli”, il 29 giugno toccherà ai bimbi delle scuole dell’infanzia alla “Corridoni” e alla “Tonale”. Per quanto riguarda questi ultimi l’amministrazione ha anticipato di una settimana il normale calendario previsto per i 3-6 anni.

Oggi partirà anche la rete cittadina dei centri estivi costruita a partire dal 25 maggio tra Comune e società sportive, privato sociale, associazionismo. Sul portale è possibile trovare la rete dei Cre cittadini già autorizzati e nei prossimi giorni si aggiungeranno quelli in via di autorizzazione (https://sestosg.net/la-rete-dei-centri-estivi-di-associazioni-e-di-organizzazioni-private-di-sesto/ ):

“Nonostante le limitazioni date dal governo Conte sui Cre – commenta l’assessore ai Servizi Sociali, Roberta Pizzochera – Sesto San Giovanni si è fatta trovare subito pronta con il progetto dei centri ricreativi estivi aprendo le iscrizioni a solo una settimana di distanza dal decreto del 17 maggio. Abbiamo conservato le medesime tariffe con scala sconti per i secondi e terzi figli nonché 45 euro a settimana per le fasce sotto i 6.731€ di Isee, nonostante i costi siano triplicati. Per quest’anno si è reso necessario restringere le fasce orarie e abbiamo adottato quelle tipiche della scuola primaria e della scuola dell’infanzia (8.30-16.30)”.

“Insieme offriremo ai nostri bambini e ai nostri ragazzi grandi opportunità di gioco e di crescita, in massima sicurezza e nel pieno rispetto delle direttive – commenta il sindaco Roberto Di Stefano –. Dopo i difficili mesi della quarantena, i centri estivi rivestono un ruolo ancora più importante perché diventano fondamentali per la salute psicofisica dei nostri figli. Buon divertimento ai bimbi e buon lavoro agli educatori e a tutti quanti si prenderanno cura di loro in queste settimane”.

A partire dal 22 maggio l’amministrazione ha incontrato gli oratori per concordare con loro una proposta che potesse convivere gli adolescenti e i pre-adolescenti: questa richiesta è stata accolta da tre oratori (Parrocchia Ss. Redentore e San Francesco, Parrocchia San Giovanni Battista, Parrocchia Resurrezione di Gesù) che hanno inteso sviluppare una proposta serale presso l’oratorio Rondinella. Oltre ai 40.000 euro che il Comune già stanzia per gli oratori estivi ogni anno, questa esperienza ha dimostrato che un progetto sul target pre-adolescenti e adolescente potrà essere sviluppata per gli anni futuri in modo più continuativo.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

15/06/2020