Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Coronavirus, chiusi tutti i distributori self service di cibi e bevande

Il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, ha firmato un'ordinanza che prevede la chiusura di tutti i distributori automatici di cibi e bevande in modalità self service fino al 3 aprile: una misura che rientra nel contrasto alla diffusione del coronavirus.

Data di pubblicazione:

venerdì 20 marzo, 2020

Tempo di lettura:

1 min

Ultimo aggiornamento:

venerdì 20 marzo, 2020

sindaco firma ordinanza

Il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, ha firmato un’ordinanza che prevede la chiusura di tutti i distributori automatici di cibi e bevande in modalità self service fino al 3 aprile: una misura che rientra nel contrasto alla diffusione del coronavirus. Come rilevato da una relazione della Polizia Locale, infatti, soprattutto nel pomeriggio e alla sera si verificavano assembramenti di giovani senza il rispetto delle distanze minime previste dal decreto del governo. Le Casette dell’Acqua, invece, potranno regolarmente rimanere aperte e offrire lo stesso servizio di sempre alla cittadinanza, in quanto bene primario.

“Siamo dovuti intervenire con questa ordinanza perché i distributori automatici self service erano diventato il punto di ritrovo di troppe persone – commenta il sindaco Di Stefano –, come ci è stato segnalato dalla Polizia Locale e dai cittadini. La salute pubblica, in questo momento, è la cosa più importante da tutelare e dobbiamo fare di tutto per contenere la diffusione del coronavirus. Invito nuovamente i cittadini a rispettare le regole e a uscire di casa solo se strettamente necessario, solo così potremo superare l’emergenza il prima possibile”.

Il mancato rispetto dell’ordinanza comporta la violazione dell’articolo 650 del codice penale.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

20/03/2020