Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Cultura, sabato 14 l'esposizione fotografica di Cristian Gelpi alla Fototeca

Data di pubblicazione:

mercoledì 11 dicembre, 2019

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

domenica 1 marzo, 2020

Ultimo appuntamento dell’anno alla Fototeca di Sesto San Giovanni. Sabato 14 dicembre espone Cristian Gelpi, vincitore dell’edizione 2018 del Memorial Marisa Contardi con la raccolta di fotografie “Superstore superstar”. Alle ore 17 l’autore converserà col pubblico coadiuvato da un esponente del Gruppo Fotoamatori Sestesi. Wine break offerto da Drogheria Egidi Enoteca con la collaborazione degli Amici della Biblioteca. La mostra fotografica rimarrà aperta fino al 30 dicembre 2019.

Sotto le luci della ribalta c’è un paese di circa 7000 anime, dove la concentrazione di grandi catene regine del consumismo è esagerata, è senza senso, è una distesa di cemento a cielo aperto, piena di luci e di colori come se fosse il paese dei balocchi ma… il Comune dice che però la città è moderna Cit. Adriano Celentano (L’albero di 30 piani)

Cristian Gelpi nasce nel 1978 in provincia di Bergamo dove attualmente vive. Comincia a utilizzare la fotocamera solamente nel 2009 in occasione di un viaggio in Croazia. Continua a considerare la fotografia un mezzo per raccontare il viaggio e qualche evento familiare fino alla scoperta nel 2012 della fotografia istantanea grazie a The Impossible Project e al network tutto italiano Polaroiders. Da qui, in modo sporadico, comincia a sfruttare la pellicola istantanea per poter sviluppare la propria visione personale sotto forma di scatti singoli. Nel 2016 partecipa ad un workshop con il Maestro Franco Fontana, dove inizia a percepire la fotografia come un nuovo mezzo di espressione da conoscere e dominare. Di conseguenza inizia a riflettere ed a ricercare la propria visione fotografica grazie alle indicazioni del maestro. In una continua esplorazione e presa di coscienza comincia a scoprire e sviluppare uno stile autonomo in continuo mutamento, utilizzando il formato quadrato che per la forma e la precisione sente come una parte molto rappresentativa di se stesso tanto da definirsi in(quadrato).

Orari apertura mostra fotografica: martedì/venerdì 10.30 – 18.00; sabato 10.30 – 17.45; chiuso domenica e festivi.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

01/03/2020