Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Giorno del Ricordo, intitolato giardino a Norma Cossetto martire delle Foibe

L'area verde tra le vie Cavallotti e XXIV Maggio. Presente alla cerimonia la delegazione dell'Associazione nazionale Venezia, Giulia e Dalmazia. Organizzati anche eventi online per ricordare la tragedia dell'esodo fiumano, istriano e dalmata.

Data di pubblicazione:

mercoledì 10 febbraio, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

mercoledì 10 febbraio, 2021

È stato inaugurato oggi dall’amministrazione comunale di Sesto San Giovanni il giardino tra le vie Cavallotti e XXIV Maggio alla memoria di Norma Cossetto, martire delle Foibe. Presenti l’assessore Antonio Lamiranda, su delega del sindaco, ed Edoardo Segnan dell’Associazione nazionale Venezia, Giulia e Dalmazia, oltre alle delegazioni di forze dell’ordine e associazioni combattentistiche.

“Insieme all’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ringraziamo per la sua presenza oggi, – commentano il sindaco Di Stefano e l’assessore Lamiranda – abbiamo intitolato un giardino della città alla memoria di Norma Cossetto perché il suo sacrificio – e quello di migliaia di altri nostri connazionali – non venga mai dimenticato. Nella giornata del Ricordo, fissata per legge il 10 febbraio, ricordiamo le migliaia di esuli istriani, fiumani, giuliani e dalmati, deportati dalle loro case, seviziati e uccisi nelle Foibe dai comunisti jugoslavi di Tito. Uomini, donne, bambini innocenti che in quei territori sul confine orientale e in quel periodo storico ebbero la sola “colpa” di essere italiani. Un dramma per troppi anni taciuto, e addirittura insabbiato, che invece va raccontato e compreso”.

Proprio per questo l’assessorato alla Cultura ha organizzato eventi online, coinvolgendo anche le scuole, perché è proprio dalle giovani generazioni che deve partire quel percorso di memoria e consapevolezza su una pagina così tragica per il nostro Paese.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

10/02/2021