Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Il Comune all'inaugurazione dell'Adi Design Museum: esposti i modelli dell'Archivio Sacchi

Torresani: "Una valorizzazione del patrimonio storico, industriale e artistico della nostra città che ci permetterà di dare l'adeguata visibilità alle opere di Giovanni Sacchi anche al di fuori dei confini cittadini".

Data di pubblicazione:

martedì 25 maggio, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Visualizzazioni

64

Ultimo aggiornamento:

martedì 25 maggio, 2021

adi design museum

Anche il Comune di Sesto San Giovanni presente oggi all’inaugurazione dell’Adi Design Museum, il nuovo museo che racconta la storia del design italiano nei suoi risvolti industriali, economici, culturali e sociali, attraverso l’esposizione della Collezione Compasso d’Oro, oltre 350 pezzi raccolti dal 1954. Una mostra arricchita dai modelli e dai disegni di Giovanni Sacchi, uno dei più importanti prototipisti e modellisti del design e dell’architettura in Italia, che l’amministrazione comunale ha trasferito dallo Spazio Mil alla Fondazione Adi. Sacchi, tra i tanti riconoscimenti ottenuti, ha vinto il Premio Compasso d’Oro alla carriera nel 1998, il più antico nell’ambito del design a livello internazionale.
“Siamo molto orgogliosi di aver partecipato all’inaugurazione dell’Adi Design Museum – spiega l’assessore al Marketing Territoriale, Maurizio Torresani – : dopo una serie di incontri con Osvaldo Sacchi e Adi è maturata quest’idea di valorizzazione del patrimonio storico, industriale e artistico della nostra città che ci permetterà di dare l’adeguata visibilità alle opere di Giovanni Sacchi anche al di fuori di Sesto San Giovanni, all’interno di un contesto di spicco internazionale come l’Adi Design Museum. Ricordo inoltre che Adi e Fondazione Adi hanno dato la propria disponibilità ad organizzare presso lo Spazio Mil iniziative di approfondimento e di confronto pubblico sui temi del design e sull’opera di Giovanni Sacchi, che potranno essere realizzate soprattutto in occasione di manifestazioni e ricorrenze come il Salone del Mobile, il Fuori Salone, la Design Week”.
Allo Spazio Mil verranno mantenuti la ricostruzione della Bottega Sacchi con macchine e attrezzi da lavoro, oltre che alcuni modelli. All’Adi Design Museum verranno esposti, tra gli altri, i modelli di macchine da cucire Mirella-Nizzoli-Necchi, dello spremiagrumi Colombini-Kartell, del disegno originale del Tratto Pen, della Caffettiera 9090-Sapper-Alessi, del disegno tecnico originale della bibicletta Zoombike-Sapper, dei disegni tecnici delle Posate Nuova Milano-Sottsass-Alessi, dei modelli in legno e cucchiaio in acciaio delle Posate Dry-Castiglioni-Alessi.
La Collezione del Compasso d’Oro Adi è un’esperienza italiana unica e irriproducibile nel suo genere che si è formata nell’arco delle 26 edizioni (dal 1954 ad oggi): si tratta di una significativa selezione delle oltre 350 opere insignite dalle ventisei Giurie internazionali con il Premio Compasso d’Oro Adi, opere che testimoniano l’eccellenza del design italiano degli ultimi settant’anni, con oltre 2000 menzioni d’onore. Nel 2004 il Ministero per i Beni culturali, Soprintendenza della Lombardia, ha dichiarato la Collezione storica del Premio Compasso d’Oro Adi “Bene di eccezionale interesse artistico e storico”.
adi design museum

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

25/05/2021