Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

IspirAzione Donna. Spettacoli, mostre e laboratori per la Giornata internazionale della donna

Data di pubblicazione:

martedì 6 marzo, 2018

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 27 febbraio, 2020

Per la Giornata internazionale della donna il Comune di Sesto San Giovanni propone IspirAzione Donna, una rassegna di eventi in cui protagoniste sono le donne, le loro ispirazioni e la forza delle loro azioni.
Si raccontano, a bimbe e bimbi, vite di donne straordinarie raccolte nel libro Storie della buonanotte per bambine ribelli; si parla della forza di Frida Kahlo che, con genialità, ha trasformato in arte la sua sofferenza; si ripercorre il coraggio di coloro che hanno combattuto per il diritto di voto per le donne; si dà spazio alla fantasia e manualità, trasformando la Casa delle Associazioni e del Volontariato in una fucina creativa, grazie alla collaborazione delle associazioni del territorio.
Giovedì 8 marzo non mancherà anche un’occasione per riflettere, seppur con un sorriso, sul tema dei pregiudizi e degli stereotipi di genere, con lo spettacolo teatrale Fuori onda, prove di trasmissione di Millima teatro.
“Una grande donna e scienziata italiana, Rita Levi Montalcini, ha detto che il futuro del pianeta dipenderà dalla possibilità di dare a tutte le donne l’accesso all’istruzione e alla leadership. È alle donne, infatti, che spetta il compito più arduo, ma più costruttivo, di inventare e gestire la pace”, spiega l’Assessore alle Pari Opportunità Angela Tittaferrante. “Eppure – prosegue l’Assessore – nel 2017 il tasso di attività delle donne a livello mondiale si attesta appena al disopra del 49 per cento. Questo tasso è inferiore di quasi 27 punti percentuali rispetto a quello degli uomini e dovrebbe rimanere invariato nel 2018. Dobbiamo, dunque, tutti sentirci chiamati in causa, nel favorire la partecipazione delle donne e la loro valorizzazione. Le donne si distinguono spesso per capacità di accoglienza, ascolto e dialogo. Ma accoglienza non coincide con subordinazione, ascolto non è passività, e il dialogo è ben diverso dall’ossequio acritico. Tanta, dunque, è ancora la strada da fare. Non solo l’8 marzo. “Impegniamoci tutti i giorni, nella collaborazione tra Uomini e Donne!”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/02/2020