Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Lavori al Villaggio Falck: uno spazio più bello e sicuro da vivere a piedi

Lunedì 30 novembre inizia il primo lotto dei lavori nelle vie Lorenzi, Canducci, De Candia e Migliorini. Leggi in cosa consistono i lavori.

Parcheggi Villaggio Falck: niente divieto di sosta negli orari del lavaggio strada

Fino al 30 settembre 2021, in alcune vie del Villaggio Falck, si può parcheggiare liberamente anche negli orari di pulizia strada. Leggi le vie dove non c'è il divieto.

Leggi di più
Data di pubblicazione:

giovedì 26 novembre, 2020

Tempo di lettura:

4 min

Ultimo aggiornamento:

martedì 13 aprile, 2021

Villaggio Falck
smacap_Bright

Lunedì 30 novembre iniziano i lavori al Villaggio Falck, per dare vita a uno spazio urbano riqualificato, più godibile, accessibile e sicuro per tutti.

🧿Gli obiettivi

L’obiettivo finale è quello di far diventare il Villagio Falck una “zona a traffico pedonale privilegiato”, una zona, cioè, più bella e sicura da percorrere a piedi, soprattutto per le persone con disabilità, gli anziani e i bambini, senza compromettere però il passaggio delle auto. L’idea è quella di realizzare un’“isola”, dove i percorsi pedonali e le aree di sosta vengano valorizzati e conferiscano al quartiere un elevato livello di vivibilità, in continuità con quanto già fatto nell’intervento precedente su via De Candia e sulla Piazzetta del Villaggio Falck.

🚧Gli interventi

Villaggio Falck

Lunedì 30 novembre inizia il primo lotto dei lavori, che riguarda le vie Lorenzi, Canducci, De Candia e Migliorini e prevede, in sintesi, di:
➖rifare tutti i marciapiedi, che oggi sono impraticabili per la crescita delle radici e dei tronchi delle piante
➖abbattere le barriere architettoniche
➖creare percorsi pedonali preferenziali, rivolti soprattutto alle persone più fragili, liberi da ostacoli e protetti da dissuasori. In particolare nelle vie De Candia e Canducci pianteremo nuovi alberi solo su un lato della strada. In questo modo, sul lato opposto, possiamo realizzare un percorso pedonale preferenziale
➖realizzare nuovi attraversamenti pedonali
➖collegare alcune entrate delle abitazioni con percorsi tattili per gli ipovedenti
➖piantare nuovi alberi
➖installare un nuovo impianto di irrigazione e un nuovo arredo urbano
➖rialzare la sede stradale e fare una manutenzione degli asfalti e della segnaletica
➖regolare i parcheggi per la sosta
➖predisporre l’impianto per la video-sorveglianza
➖riqualificare l’impianto di illuminazione pubblica

I lavori via per via

Ecco l’elenco schematico degli interventi per ogni via:
via Lorenzi: estirpazione ceppaie, predisposizione smart-city (videosorveglianza), rifacimento del marciapiede lato sud e rifacimento del manto superficiale della sede stradale.
via Canducci: estirpazione ceppaie, predisposizione smart-city (videosorveglianza) rifacimento di entrambi i marciapiedi, messa in quota della sede stradale, messa a dimora di nuove piantumazioni, nuovo impianto di irrigazione e posa dissuasori.
via De Candia: estirpazione ceppaie, ripristino dei marciapiedi e messa a dimora di nuove piantumazioni lato sud-est, nuovo impianto di irrigazione sostituzione dei dissuasori esistenti.
via Migliorini: estirpazione ceppaie, predisposizione smart-city (videosorveglianza), rifacimento dei marciapiedi lato nord nel tratto compreso tra Viale Italia, fino al confine con Via Muggiasca, intervento sul marciapiede lato sud (fronte chiesa) per la rimozione delle ceppaie ed il ripristino della pavimentazione.
Per tutte le vie è previsto il rifacimento della segnaletica orizzontale e in parte di quella verticale.

⌚La durata

I lavori per il primo lotto dureranno circa sei mesi.

🚗La viabilità

Durante i lavori di riqualificazione dei marciapiedla circolazione è garantita su tutte le vie, mentre durante il rifacimento della strada sarà vietato l’accesso su via Canducci e via Lorenzi.
È invece garantito, per tutte le fasi di lavorazione, l’accesso in sicurezza alle singole abitazioni.

⚜Un po’ di storia

Villaggio falck storiaIl Villaggio Falck è un villaggio operaio edificato nel XX Secolo. Venne realizzato come espansione del Villaggio Attilio Franco, delle omonime fonderie sestesi, risalente al 1908 e fu costruito a partire dagli anni venti per rispondere alla continua e crescente esigenza di residenze per gli operai e le operaie degli stabilimenti Falck.
Le prime abitazioni furono inserite in lotti separati e definiti da una viabilità interna.
Il villaggio disponeva di una scuola materna, tra le prime in Italia ad adottare il metodo Montessori, una scuola elementare, una chiesa, una farmacia e diversi negozi.
Il Villaggio Falck è stato realizzato in epoche diverse e include diciotto fabbricati residenziali. Le prime dieci unità di due piani vennero realizzate all’inizio degli anni venti: erano provviste di giardini, orti e lavatoi. Nel 1935 il villaggio fu esteso verso est con l’inserimento di altri due edifici e con la realizzazione di servizi per la popolazione. Tra gli anni quaranta e l’inizio degli anni cinquanta furono aggiunti sei edifici e vennero eliminati gli orti. Nonostante le diverse epoche degli interventi edilizi, il complesso ha un carattere unitario, grazie anche alla coerenza nella scelta dei materiali e ad un disegno omogeneo dei fronti.
Il villaggio è utilizzato ancora oggi ad esclusivo uso residenziale; la viabilità interna conserva il tracciato originario, pur avendo perso le caratteristiche di funzionalità urbana di quartiere.
Un recente intervento di riqualificazione ha aumentato le condizioni di sicurezza e fruibilità delle vie Migliorini – De Candia: sono stati realizzati interventi di rialzamento della sede stradale e istituita una zona 30 che ha come perimetro i limiti del quartiere.
La riqualificazione dello slargo vicino alla via Migliorini, oggi piazzetta Villaggio Falck, ha restituito uno spazio urbano godibile ai residenti.

Le foto dei lavori passo passo

Galleria

Il Villaggio Falck prima dei lavori

Galleria

 

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

13/04/2021