Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Media Valle del Lambro, approvato schema Protocollo d'Intesa tra Parco e Comuni per gestione sanzioni Gev

Data di pubblicazione:

mercoledì 11 dicembre, 2019

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

domenica 1 marzo, 2020

La giunta comunale ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa tra il Parco Locale di Interesse Sovracomunale (PLIS) Media Valle Lambro e le amministrazioni comunali di Brugherio, Sesto San Giovanni e Cologno Monzese per la gestione della sanzioni elevate dalle Guardie ecologiche volontarie all’interno del parco. Il Protocollo, che avrà durata di un anno a partire dalla sua sottoscrizione e sarà rinnovabile, è finalizzato a coordinare la collaborazione fra i corpi di Polizia Locale comunali e le GEV del Parco Media Valle Lambro per migliorare l’efficacia del presidio e della vigilanza del territorio comunale e dei parchi.

Con la firma del Protocollo, il Comune di Sesto San Giovanni individuerà nel proprio territorio una sede che ospiterà un ufficio di vigilanza distaccato per le GEV e un luogo per l’eventuale ricovero protetto dei mezzi impiegati nel servizio, oltre a mettere a disposizione del Parco la propria banca dati eventualmente necessaria per un miglior espletamento del servizio. I Comuni firmatari del protocollo riceveranno dal Parco le sanzioni elevate sul proprio territorio dalle Guardie Ecologiche Volontarie e le trasmetteranno alla Polizia Locale per l’esecuzione.

Di contro, il PLIS metterà a disposizione del Comune le proprie GEV – dopo un apposito corso e il superamento dell’esame di abilitazione – in un numero sufficiente per lo svolgimento del servizio. Il Parco dovrà inoltre dotare le GEV dei mezzi e delle attrezzature necessarie per lo svolgimento dell’attività di vigilanza (veicoli, apparecchiatura radio ricetrasmittente, attrezzatura fotografica, GPS, uniformi).

Le GEV, in base al Protocollo, documenteranno la loro attività attraverso report mensili per indicare i controlli e le attività svolte. Il coordinatore, inoltre, ogni tre mesi dovrà predisporre un apposito report delle attività svolte per inviarlo al Parco e ai Comuni interessati. Infine, entro il 28 febbraio di ogni anno, il Parco invierà ai Comuni una relazione complessiva sull’attività svolta nell’anno precedente, nella quale saranno indicati i risultati conseguiti ed eventuali situazioni di criticità, ai fini di una più efficace programmazione del servizio per gli anni successivi.

“Con questo Protocollo d’Intesa raggiungiamo un’altra linea programmatica dell’amministrazione Di Stefano – commenta l’assessore all’Ambiente, Alessandra Magro -. Dopo anni, finalmente, si va a mettere ordine sulle sanzioni elevate dalle Guardie ecologiche volontarie, a cui viene attribuito un potere sanzionatorio limitatamente all’area del Parco della Media Valle del Lambro, dove le Gev potranno multare sul momento i cittadini che infrangono le regole”.

“L’efficace presidio del Parco Media Valle del Lambro – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni – è fondamentale per andare a contrastare gli episodi poco piacevoli che purtroppo possono verificarsi. Questo Protocollo d’Intesa va proprio in questa direzione per migliorare sempre di più la vigilanza e la collaborazione tra le Guardie ecologiche volontarie e la Polizia Locale. Siamo soddisfatti: la strada che abbiamo intrapreso per la tutela del verde pubblico è quella giusta”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

01/03/2020