Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies

Polizia Locale, scoperta e chiusa autofficina abusiva: sanzione da 5.700 euro

Contestato un verbale per violazione del decreto ambientale (600 euro). Sequestrati attrezzi da lavoro.

Data di pubblicazione:

venerdì 22 maggio, 2020

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

venerdì 22 maggio, 2020

autofficina abusiva

La Polizia Locale di Sesto San Giovanni, durante le normali attività di controllo del territorio, ha scoperto in via Di Vittorio un’autofficina abusiva non iscritta al Ria (il registro delle imprese esercenti attività di autoriparazione), multando il responsabile per un totale di 5.746 euro (5.146 per l’attività abusiva e 600 per violazione del decreto ambientale).

Gli agenti in servizio, notando all’interno di un’area privata un grosso accumulo di macerie e rifiuti ingombranti come pneumatici e parti meccaniche di veicoli, si sono subito messi in contatto con il legale rappresentante dell’associazione affittuaria dell’area in questione contestandogli un verbale per violazione del decreto ambientale, oltre all’obbligo di smaltimento dei rifiuti.

Accertata la natura abusiva dell’attività di autoriparazione, gli agenti hanno sequestrato un ponte in metallo per il sollevamento dei veicoli a motore, un macchinario per installare e disinstallare i pneumatici dai cerchioni, una struttura metallica usata per sollevare i motori e un banco da lavoro con vari attrezzi.

“Questa è l’importanza di avere un corpo di Polizia Locale costantemente sul territorio, a presidio della legalità. Ringrazio gli agenti per l’ottimo lavoro svolto che ha permesso di bloccare questa attività abusiva, identificando il responsabile e sanzionandolo con una multa salata”, commenta il sindaco Roberto Di Stefano.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

22/05/2020