Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Presentazione Pro Sesto, il Vicesindaco Caponi: "Un club che fa parte della storia cittadina"

Data di pubblicazione:

giovedì 31 agosto, 2017

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 31 agosto, 2017

“La Pro Sesto fa parte a pieno titolo della storia della nostra città. Una gloriosa società calcistica che si appresta a festeggiare il 105esimo compleanno e che ha scritto importanti pagine calcistiche, anche a livello nazionale. Ma non solo, la Pro Sesto è soprattutto un valore sociale per tutti noi sestesi e un grande sostegno per le famiglie. E lo è ancor di più oggi con un’attenzione particolare alla crescita, non solo agonistica e sportiva, dei giovani, dei diversamente abili e da quest’anno anche delle ragazze con la nuova avventura del calcio femminile. Senza dimenticare, poi, gli importantissimi successi ottenuti a livello infrastrutturale con l’area complessiva dello stadio Breda che può essere considerata un vero e proprio gioiello”. Lo ha detto Gianpaolo Caponi, vicesindaco di Sesto San Giovanni che ieri sera, alle ore 19, in piazza Petazzi, ha rappresentato l’Amministrazione Comunale in occasione della presentazione ufficiale della stagione sportiva 2017-2018 della Pro Sesto Calcio. “Sono orgogliosamente sestese – aggiunge il vicesindaco Caponi – e so bene con quanta attenzione i miei concittadini, magari pur non venendo allo stadio, seguano l’andamento della Pro Sesto. Per questo garantisco che la nuova Amministrazione Comunale sarà al fianco dei dirigenti biancocelesti per offrire loro piena disponibilità con l’obiettivo di raggiungere nuovi e importanti risultati, sia sul campo che fuori dal campo. L’amministrazione comunale si impegnerà con politiche rivolte a sostenere le famiglie verso il mondo dello sport”. “In bocca al lupo, dunque – conclude Gianpaolo Caponi – innanzitutto alla Prima squadra, che già da domenica sarà impegnata nell’esordio di campionato contro il blasonato Como e poi a tutti coloro, dirigenti, tecnici, giovani calciatori e tifosi che hanno a cuore le sorti biancocelesti”

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

31/08/2017