Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Roberta Pizzochera nuovo assessore alle politiche educative e sociali

Data di pubblicazione:

mercoledì 18 aprile, 2018

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

mercoledì 18 aprile, 2018

Il Sindaco di Sesto San Giovanni comunica di aver nominato Roberta Pizzochera assessore alle politiche sociali ed educative.

“Ho deciso di valorizzare Roberta Pizzochera affidandole deleghe fondamentali per il benessere della nostra città. Roberta ha dimostrato negli anni grande competenza in questi settori, portando avanti importanti progetti e studi in campo educativo grazie all’attività di ricercatore sociale nonché per la militanza nell’Associazione Montessori Scuola Pubblica che ha consentito la realizzazione a Sesto San Giovanni della prima casa dei bambini Montessori statale della provincia di Milano. Sono sicuro che Roberta riuscirà a rispondere ai bisogni della città grazie all’ ascolto del territorio e all’attenzione verso i servizi comunali, dando un importante contributo nei settori dell’educazione e dei servizi sociali. C’è molto lavoro da fare e continueremo a lavorare nell’interesse dei sestesi, con l’obiettivo di onorare il nostro programma elettorale e le aspettative dei cittadini”

“Sono onorata di aver ricevuto questa nomina – commenta il neo assessore Roberta Pizzochera – che mi consente di contribuire in modo diretto alla crescita della città, intervenendo su tematiche a cui dedico passione ed impegno da anni sia attraverso gli studi di mercato ed osservatori sia attraverso l’associazionismo e volontariato. Ringrazio il Sindaco Roberto Di Stefano per la stima e fiducia accordatami; ho accettato l’incarico con profondo e sincero spirito di servizio e con determinazione mi dedicherò alla città ispirata al pensiero liberale classico e al modello di Adriano Olivetti che vede nella comunità la spinta propulsiva ed organizzativa ideale per generare benessere. Oggi più che mai il nostro territorio deve vedere nella sussidiarietà circolare e nell’economia civile la principale fonte di ricchezza in accordo con le linee guida europee.”

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

18/04/2018