Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Scuole sicure, installate nuove telecamere in via Matteotti, viale Italia e via Marx

Stanziati altri 100.000 euro per altri dispositivi in città. Di Stefano: "Dopo anni di immobilismo creata infrastruttura necessaria".

Data di pubblicazione:

giovedì 1 ottobre, 2020

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 15 ottobre, 2020

telecamere

Nell’ambito del progetto Scuole Sicure, per cui il Comune di Sesto San Giovanni ha vinto il bando per il contributo ministeriale, sono state installate in questi giorni nuove telecamere di video-sorveglianza in via Matteotti (Salesiani), viale Italia (Erasmo da Rotterdam) e via Marx (Italo Calvino).
“Dopo anni di immobilismo da parte di chi ci ha preceduto – commentano il sindaco Roberto Di Stefano e l’assessore all’Innovazione, Marco Lanzoni – nel giro di tre anni abbiamo creato l’infrastruttura necessaria e messo le telecamere sfruttando la fibra ottica. Ed ecco i risultati sotto gli occhi di tutti”.
Si tratta di telecamere mobili e con un’ottima risoluzione, di gran lunga superiore rispetto a quella dei vecchi dispositivi. Le immagini arriveranno direttamente al Comando della Polizia Locale.
L’amministrazione comunale sta già lavorando in prospettiva, per installare nuove telecamere in altre zone della città, per un investimento complessivo di 100.000 euro derivanti dalla vendita degli immobili di via Vittorio Veneto 41-43-45 inseriti nel Piano delle alienazioni 2020-2022. Gli introiti della vendita, totale di 422.000 euro, saranno ripartiti a favore di opere già iscritte in bilancio e finanziate con alienazioni: 100.000 euro video-sorveglianza, 174.000 euro giardino viale Rimembranze, 35.000 euro Cam via Matteotti, 50.000 euro servizi Cloud Ict più rete Lan 6, 21.000 euro manutenzione strade.
“Con la posa di queste nuove telecamere andiamo a fissare un altro tassello molto importante per la sicurezza in città, specie in prossimità degli istituti scolastici al fine di prevenire fenomeni di spaccio e altri comportamenti illeciti. Guardiamo anche all’immediato futuro con l’obiettivo di creare una rete di video-sorveglianza il più estesa possibile: tecnologia e connettività, per una Sesto sempre più sicura!“, concludono Di Stefano e Lanzoni.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

15/10/2020