Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Sesto San Giovanni, Polizia Locale salva vita a uomo in arresto cardiaco

Data di pubblicazione:

venerdì 18 ottobre, 2019

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

venerdì 18 ottobre, 2019

Grazie a un massaggio cardiaco con respirazione bocca a bocca gli agenti di Polizia Locale di Sesto San Giovanni hanno salvato la vita a un uomo di 56 anni in arresto cardiaco a bordo della sua auto in via Zara. Allertati da passanti e automobilisti, gli agenti – che erano intervenuti in zona per accertamenti riguardo un incidente stradale – hanno trovato l’uomo privo di conoscenza sul sedile della sua auto.

Dopo averlo estratto dal veicolo e sdraiato a terra, gli hanno praticato un massaggio cardiaco con respirazione bocca a bocca per circa quindici minuti senza però che l’uomo riprendesse conoscenza. Le operazioni di rianimazione cardiopolmonare sono proseguite per altri dieci minuti in seguito all’arrivo di un’altra pattuglia, fino all’intervento degli operatori sanitari, giunti con un’auto medica e un’ambulanza, che hanno proseguito i tentativi di rianimazione con farmaci e strumentazioni idonee.

Il paziente è stato quindi trasportato all’ospedale Niguarda di Milano in codice rosso in gravi condizioni. Dopo due ore, i parenti dell’uomo hanno contattato gli agenti per riferire emozionati che era vivo e che gli era stato applicato uno stant coronarico ed era stato portato in rianimazione mantenendolo in coma farmacologico.

“Ringrazio gli agenti della Polizia Locale – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni – per aver salvato la vita a un uomo in arresto cardiaco, dimostrando grande professionalità anche nelle operazioni di primo soccorso oltre che nel contrasto all’illegalità con la costante presenza sul territorio. Il loro pronto intervento è stato decisivo e di questo ne siamo davvero orgogliosi. Auguro inoltre all’uomo soccorso di riprendersi al più presto”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

18/10/2019