Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Sesto San Giovanni, Tar dà ragione al Comune: improcedibile ricorso di Aned

Data di pubblicazione:

lunedì 14 ottobre, 2019

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 14 ottobre, 2019

Il Tar ha dichiarato improcedibile il ricorso promosso da Aned per bloccare la vendita da parte del Comune della sede di via dei Giardini “per sopravvenuta carenza di interesse”.

La gara indetta con determinazione comunale, infatti, è andata deserta “sicché non ha condotto a nessuna aggiudicazione e di conseguenza non può condurre alla stipulazione di contratti di vendita in relazione all’immobile cui si riferisce l’interesse azionato dalla società ricorrente”. I giudici amministrativi, nella sentenza, spiegano che i provvedimenti impugnati da Aned “non hanno arrecato alcun pregiudizio concreto all’associazione ricorrente”. Infatti, Aned non ha partecipato alla gara bandita dal Comune e non ha presentato un’offerta, quindi “non ha palesato in modo concreto il proprio interesse ad acquistare l’immobile”.

“La sentenza del Tar – commenta Roberto Di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni – conferma la correttezza e la trasparenza del nostro lavoro. Dopo le proteste e le manifestazioni strumentali da parte di Aned, col chiaro intento politico di far saltare i conti del Comune più che di preservare la propria memoria storica, anche i giudici danno ragione a noi. Le precedenti amministrazioni di sinistra ci hanno lasciato in eredità un buco di bilancio milionario che ovviamente ha risentito anche delle concessioni di spazi come quelli di Aned a prezzi totalmente fuori mercato. Il Pd – continua Di Stefano – pensa di usare la giustizia per fare politica, ma si sbaglia di grosso e ci sono le sentenze a dimostrarlo: dopo averci dato più volte ragione sulle cancellazioni dalle graduatorie delle case popolari delle famiglie straniere non in regola coi documenti, il Tar si pronuncia a nostro favore anche riguardo la vendita degli immobili comunali”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

14/10/2019