Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Tpl, Di Stefano: "Anziché tagliare, si usino le risorse dell'integrazione tariffaria."

Data di pubblicazione:

giovedì 23 gennaio, 2020

Tempo di lettura:

2 min

Ultimo aggiornamento:

domenica 1 marzo, 2020

Il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, ha sottoscritto la lettera indirizzata al Presidente dell’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale del bacino di Milano, Monza Brianza, Lodi e Pavia, Daniele Barbone, in merito ai tagli sui trasporti previsti per quest’anno.

“Anziché operare una riduzione ai servizi – commenta Roberto Di Stefano – penso che sia più opportuno da parte dell’Agenzia usare le risorse ottenute dall’adozione del Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità che ha permesso di introitare circa 50 milioni di euro. Ho sentito di attacchi a Regione Lombardia da parte della sinistra, ma voglio ricordare loro che la nostra Regione quest’anno destinerà all’Agenzia del Tpl ben 417,7 milioni di euro sui 629 a disposizione per il trasporto pubblico. In questi ultimi anni, inoltre, Regione Lombardia è sempre intervenuta con risorse proprie per integrare gli inadeguati trasferimenti statali. Il sindaco Sala – prosegue Di Stefano – si ricordi che non è sindaco solo di Milano, ma anche di tutta la Città Metropolitana. Fino a quando si ragionerà in un’ottica milano-centrica i nostri territori saranno destinati a essere danneggiati e non tutelati: chi vive in provincia non dispone di una rete di trasporti capillare come chi vive a Milano, e di questo non si può non tenerne conto soprattutto in vista dei prossimi tagli. Il governo cosa fa? Non può rimanere immobile davanti al tentativo da parte di Milano di cannibalizzare tutta la provincia. Pd e 5 Stelle, anziché fare polemiche strumentali e litigare continuamente su qualsiasi cosa, si impegnino col governo nazionale che ha il loro stesso colore politico per permettere alla Lombardia di avere fondi adeguati, considerato che la nostra Regione muove il 24% di passeggeri a livello nazionale ma ottiene risorse solo per il 17%”.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

01/03/2020