Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Progetto Bicipolitana: una ciclabile per unire le fermate della M1: al via lavori al Restellone

Il progetto prevede la connessione tra Restellone, Sesto Fs, Rondò e Marelli. A settembre partiranno i lavori per il tratto Gramsci-Rondò. In progettazione anche il tratto M1 Rondò-M5 Carroponte-Bignami.

Data di pubblicazione:

lunedì 24 maggio, 2021

Tempo di lettura:

3 min

Visualizzazioni

395

Ultimo aggiornamento:

lunedì 24 maggio, 2021

ciclabile restellone

Sono partiti nei giorni scorsi i lavori per la realizzazione del tratto di pista ciclabile Restellone-Puccini, nell’ambito del progetto più ampio che procedendo lungo viale Gramsci toccherà tutte le fermate della metropolitana presenti sul territorio di Sesto San Giovanni. Nell’ambito della riqualificazione di viale Gramsci, attraverso le opere di superficie che interessano la riapertura di questa arteria principale, oltre alla nuova pavimentazione e alla realizzazione di marciapiedi e spartitraffico sono in corso i lavori per la corsia della nuova pista ciclo-pedonale.
“Una pista ben studiata e sicura per chi si muove in bicicletta, per una mobilità davvero sostenibile – commenta il sindaco Roberto Di Stefano –. Una volta completata, l’intera infrastruttura riuscirà a connettere diverse zone della città. Questo percorso sarà funzionale anche e soprattutto per i futuri collegamenti con la Città delle Salute e della Ricerca. Nei prossimi giorni, inoltre, come già comunicato riapriremo al traffico il primo tratto Gramsci-Boccaccio: un primo passo verso la riapertura completa e la riqualificazione dell’area”.
“Prende sempre più forma, con la riqualificazione di viale Gramsci, la realizzazione della “Bicipolitana” di Sesto, la pista ciclabile che collegherà in superficie le quattro fermate della MM1 Restellone-Sesto FS-Rondo’-Marelli. Piano piano con piccoli passi costruiamo anche il futuro sostenibile della città”, commenta l’assessore all’Urbanistica, Antonio Lamiranda.
Nei mesi scorsi la giunta comunale aveva approvato il progetto di fattibilità tecnico economica che prevede il completamento del percorso ciclabile di viale Gramsci dalla stazione di Sesto Fs verso Sesto Rondò (circa 1,2 km) in continuità con il tratto fino al Restellone. Il progetto prevede la realizzazione di una pista ciclabile bidirezionale in sede protetta, con partenza dall’incrocio Gramsci/Montegrappa (antistante Stazione Ferroviaria di Sesto San Giovanni e fermata M1 Sesto Primo Maggio FS) e prosecuzione in direzione Milano lungo viale Gramsci fino a piazza IV Novembre (fermata della linea M1 Sesto Rondò), permettendo inoltre la creazione di un collegamento con viale Marelli, attraverso il sottopasso pedonale ferroviario Roma/Marelli, che sarà oggetto di puntuali interventi nell’ambito dello stesso progetto.
Il nuovo percorso completo garantirà la connessione con: pista ciclabile via Montegrappa (direzione Cinisello); pista ciclabile di viale Gramsci (direzione fermata M1 Restellone e Monza); bicistazione; sede e museo Campari; stazione FS e Primo Maggio M1; futuri collegamenti alla Città della Salute; pista ciclabile di viale Casiraghi (esistente); pista ciclabile di via Rovani (direzione viale Fulvio Testi-Parco nord); polo scolastico Provinciale Parco Nord; fermata M1 Rondò; sottopasso Roma/Marelli (a garanzia di un futuro collegamento con la pista ciclabile su viale Monza realizzata dal Comune di Milano). In progettazione c’è anche il tratto M1 Rondò-M1 Sesto Marelli e il tratto M1 Rondò-M5 Carroponte-Bignami.
I lavori per il completamento della ciclabile di viale Gramsci inizieranno a settembre per completarsi entro aprile 2022. L’importo dei lavori ammonta a 274.000 euro, all’interno del quadro economico di 400.000 del finanziamento regionale che copre anche la riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica. Sempre nel settembre di quest’anno verrà completata la parte di ciclabile da Sesto FS verso Restellone e poi verso Bettola fino al confine di Sesto San Giovanni.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

24/05/2021