Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Videosorveglianza, accordo con Carabinieri e Polizia per condividere immagini e dati

Tecnologia e connettività per una Sesto San Giovanni sempre più sicura. La rete verrà ampliata con telecamere per la lettura targhe.

Data di pubblicazione:

venerdì 11 giugno, 2021

Tempo di lettura:

3 min

Visualizzazioni

218

Ultimo aggiornamento:

venerdì 11 giugno, 2021

telecamere

Tecnologia e connettività per una Sesto San Giovanni sempre più sicura. Questo l’obiettivo della convenzione con Carabinieri e Polizia di Stato per la condivisione del sistema di videosorveglianza cittadino.
“Abbiamo deciso di allargare il sistema di videosorveglianza, ora a uso esclusivo della Polizia Locale, anche alla Stazione dei Carabinieri e al Commissariato di Polizia – spiega l’assessore alle Innovazioni Tecnologiche, Marco Lanzoni – per avere un controllo sempre più diffuso sul territorio. Nel giro di tre anni abbiamo creato l’infrastruttura necessaria, prima assente, per installare le telecamere sfruttando la fibra ottica. La tecnologia ha già ampiamente dimostrato la sua efficacia soprattutto per quanto concerne la sicurezza urbana e puntiamo proprio a estendere il più possibile la rete di telecamere sul territorio. L’obiettivo, inoltre, è quello di implementare il sistema di videosorveglianza munendolo di telecamere per la lettura targhe”.
“La collaborazione tra la Polizia Locale e le altre forze dell’ordine – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – ha già ampiamente dimostrato la sua efficienza sul territorio per quanto riguarda le indagini, il contrasto alla micro-criminalità e la prevenzione dei reati. Ora, con la condivisione delle immagini riprese dalle nostre telecamere, potremo contare su una sicurezza integrata ancora più capillare, dando risposte sempre più puntuali alla cittadinanza. Siamo convinti che le telecamere di videosorveglianza, oltre alla rilevazione dei reati, abbiano un’importantissima funzione di deterrenza sulle aree pubbliche”.
Il Comune metterà quindi a disposizione il proprio sistema di videosorveglianza costituito da una rete di comunicazione dati, basata su tecnologie miste (via etere e su fibra ottica), e di telecamere dislocate sul territorio, collegate alla centrale operativa della Polizia Locale. Le immagini saranno rese disponibili alle Centrali operative dell’Arma dei Carabinieri presso la Stazione di Sesto San Giovanni e del Commissariato di Polizia di Stato di Sesto San Giovanni attraverso la collocazione, all’interno di esse, di apparati tecnologici dell’amministrazione Comunale concessi in uso.
Le registrazioni verranno acquisite sulla base delle denunce fatte dai cittadini alle forze dell’ordine; in seguito ad atti criminosi o illeciti che vengano rilevati direttamente dagli operatori nello svolgimento delle proprie attività o nel visionare le immagini; in ogni altro caso sia ritenuto necessario per l’attività istituzionale. L’obiettivo è quello di prevenire fatti criminosi attraverso l’azione di deterrenza che la presenza di telecamere è in grado di esercitare sulle aree pubbliche; favorire la repressione di fatti criminosi qualora avvengano nelle zone controllate dalle telecamere, ricorrendo alle informazioni che il sistema sarà in grado di fornire alla Polizia Giudiziaria; favorire l’azione sanzionatoria prevista dalle norme per i comportamenti illeciti, in ogni ambito della vita quotidiana, che mettano a repentaglio la sicurezza, l’incolumità e la civile convivenza dei cittadini; tutelare la sicurezza urbana e favorire la sicurezza integrata.
Come già annunciato nei mesi scorsi, in occasione dell’installazione delle telecamere del progetto Scuole Sicure, l’amministrazione sta lavorando in prospettiva per installare ulteriori occhi elettronici in diverse zone della città per un investimento complessivo di 100.000 euro.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

11/06/2021