Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Villa Mylius, conclusi i lavori alla serra: dopo l'estate al via la fattoria didattica

Fissati i nuovi vetri anti-sfondamento e sistemati i meccanismi di apertura di finestre e tende. In programma corsi teorici e pratici per studenti, laboratori, yoga, pittura, esibizioni teatrali. Ospitate erbe, spezie, galline, chiocchiole, pesci, lombrichi.

Data di pubblicazione:

lunedì 21 giugno, 2021

Tempo di lettura:

2 min

Visualizzazioni

117

Ultimo aggiornamento:

lunedì 21 giugno, 2021

Serra di Villa Mylius

Terminati i lavori per la sistemazione della serra di Villa Mylius, 180 metri quadrati, dopo i danni causati da una fortissima bomba d’acqua nei mesi scorsi. Ora i meccanismi di apertura dei vetri e dello scorrimento delle tende sono perfettamente funzionanti. Tutti i vetri sono stati rimossi e sostituiti con vetri anti-sfondamento. Sono stati inoltre sistemati tutti i profili metallici della struttura.
“La serra è pronta per diventare un’oasi didattica per le scuole della città e potrà ospitare dagli 800 ai 1.500 alunni ogni anno. Un altro luogo della nostra città è pronto per ripartire con tanto entusiasmo: avanti così!”, commenta il sindaco Roberto Di Stefano.
“Con il progetto della società agricola Oro Verde che si è aggiudicata il bando sono previste attività teoriche e attività pratiche tra spazi floro-faunistici, orti didattici e una fattoria didattica. La serra ospiterà erbe e piante aromatiche, zafferano e altre spezie, galline ovaiole, insetti, chiocciole, pesci, compost e lombrichi”, spiega l’assessore all’Ambiente, Alessandra Magro.
Le attività per gli studenti si divideranno in sessioni teoriche per parlare di ambiente e sostenibilità, economica circolare, risparmio idrico in agricoltura, regole di buona condotta nel quotidiano, suolo: i suoi microrganismi, fertilità e biodiversità, metodi di coltivazione: convenzionale, biologico, organico, sinergico e bio-intensivo, sovraconcimazione e inquinamento di falde e oceani.
Previste anche sessioni pratiche sul campo: costruzione di casette riparo per insetti e osservazione dal vivo di vari artropodi, misurazione valori di EC e pH delle soluzioni nutritive, semina, trapianti o raccolta di coltivi in terra, fibra di cocco, idroponica o acquaponica, nebulizzazione substrati di coltivazione di funghi e spiegazione del loro ciclo biologico, osservazione di chiocciole e pesci allevati, laboratorio didattico sulla coltivazione “fuori-suolo”.
Questo grande spazio verde in città diventerà un luogo di svago e divertimento accessibile a tutti. Si potrà assistere a esibizioni teatrali e poetiche dal vivo, a lezioni in giardino di yoga, meditazione e pittura, partecipare a mostre, corsi, seminari di divulgazione scientifica e fare degustazioni ed esperienze sensoriali con spezie, erbe aromatiche, medicinali, tisane ed oli essenziali.
Dopo l’estate verranno programmati gli eventi e le attività per gli alunni delle scuole di Sesto San Giovanni.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21/06/2021