Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Percorsi di autonomia per persone con disabilità

È aperto l'avviso pubblico, finanziato dal PNRR, per partecipare al progetto che favorisce percorsi di autonomia abitativa e lavorativa per persone con disabilità. Leggi come fare.

Data di pubblicazione:

martedì 6 dicembre, 2022

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

giovedì 27 giugno, 2024

mani

🧿Il progetto

Il Comune di Sesto ha ottenuto un finanziamento dal PNRR (all’interno della Missione 5 “Inclusione e coesione” – Componente 2 – Investimento 1.2) per realizzare un progetto che favorisca l’autonomia abitativa e lavorativa delle persone con disabilità. In particolare, lo scopo è quello di sostenerle nell’affrontare un percorso che le porti ad acquisire la capacità di abitare in appartamenti attrezzati e di frequentare attività formative e tirocini lavorativi. Gli appartamenti messi a disposizione dal Comune saranno adeguatamente attrezzati, e saranno abitati da più persone (non sono previsti appartamenti singoli).

🙋🏻‍♀️🙋🏻‍♂️A chi è rivolto

Il Comune cerca, con avviso pubblico persone con disabilità interessate a partecipare a questo progetto. Ecco i requisiti che devono avere:
✔ essere residente nel Comune di Sesto San Giovanni
✔ avere un’età tra i 18 e i 50 anni
✔ avere una disabilità certificata (legge 104/92) o un’invalidità certificata per una percentuale superiore al 45% e in possesso (o in fase di ottenimento) della relazione conclusiva rilasciata dall’INPS (L. 68/1999) o avere un’occupazione part time come lavoratori disabili o svantaggiati (L. 381/1991).

Può partecipare anche chi ha già intrapreso percorsi lavorativi o di autonomia abitativa, come ad esempio “Dopo di Noi”, “Vita indipendente” e “Autonomia abitativa”. In questo caso, però, se entra a far parte di questo progetto, deve sospenderli, per evitare la sovrapposizione dei finanziamenti (nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali).

Non può, invece, partecipare chi è riconosciuto inabile al lavoro.

📃Come fare la domanda

Scarica la domanda in fondo a questa pagina e compilala.
Deve essere intestata alla persona con disabilità interessata al progetto e può essere compilata e presentata:
• dalla stessa persona interessata
• da un suo familiare o da chi la rappresenta (Amministratore di sostegno, Tutore, altro…).

Alla domanda bisogna allegare:
• copia del documento identità e della tessera sanitaria del candidato (la persona interessata al progetto)
• copia del documento identità del soggetto che presenta la domanda, se diverso dal candidato
• verbale di Invalidità Civile e Certificazione (Lg. 104/92)
• relazione conclusiva (Lg. 68/99)
• contratto di lavoro, ove presente
• eventuale altra documentazione ritenuta utile
• eventuale provvedimento di protezione giuridica del richiedente (tutela, curatela, amministrazione di sostegno).

La domanda, con tutti gli allegati, va inviata via mail a d.zappaterra@sestosg.net

Tutte le domande vengono valutate, mano a mano che vengono ricevute, da una equipe tecnica integrata composta da professionisti, che stila un elenco delle persone idonee a partecipare al progetto, in base ai criteri descritti nell’avviso e a quanto dichiarato nella domanda.

📅Tempi

Puoi fare la domanda in qualsiasi momento, non è prevista scadenza.

🔎Leggi qui sotto l’avviso con tutte le informazioni dettagliate e scarica il modulo per fare domanda.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/06/2024