Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Coronavirus, 600.000 euro a sostegno di chi fatica a pagare affitti privati

Si tratta di un contributo regionale destinato alle famiglie che vivono in appartamenti privati e sono in difficoltà nel pagamento degli affitti a seguito delle criticità economiche legate all'emergenza coronavirus.

Data di pubblicazione:

lunedì 27 aprile, 2020

Tempo di lettura:

3 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 27 aprile, 2020

contributo affitti

La giunta comunale ha approvato una variazione al bilancio di previsione di 591.209 euro da destinare come contributo alle famiglie che vivono in appartamenti privati e sono in difficoltà nel pagamento degli affitti a seguito delle criticità economiche emerse a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta di un contributo di Regione Lombardia.

“Grazie allo stanziamento di questa importante cifra, reso possibile dall’approvazione del bilancio di previsione lo scorso 24 marzo – commenta il sindaco Roberto Di Stefano – potremo dare un aiuto concreto a tutte quelle famiglie che stanno attraversando un periodo di crisi economica dovuto all’emergenza sanitaria e sociale. Ringrazio Regione Lombardia per l’istituzione di questo fondo regionale, dimostrando ancora una volta la sua vicinanza ai territori e alle loro esigenze più stringenti”.

“Sono felice di poter dire – commenta l’assessore alla Casa, Claudio d’Amico – che Sesto San Giovanni si è dimostrata anche in questo caso un esempio, prima città della provincia di Milano che operativamente è partita con la fase attuativa di questa misura regionale. Abbiamo creato un sistema informatico che permette di partecipare a questo bando senza spostarsi fisicamente: anche in questo caso Sesto si dimostra all’avanguardia”.

Potranno beneficiare di questo sostegno le famiglie residenti a Sesto San Giovanni che vivono in affitto in appartamenti privati sul libero mercato, nelle case delle cooperative assegnate ai soci e negli alloggi Sas (Servizi Abitativi Sociali). Per ottenere il contributo economico, è necessario avere un contratto di affitto da almeno un anno (alla data del 30 marzo 2020), un Isee in corso di validità del valore massimo di 26.000 euro e trovarsi almeno in una di queste situazioni: perdita del posto di lavoro, consistente riduzione dell’orario di lavoro, mancato rinnovo dei contratti a termine, cessazione o riduzione di attività libero-professionali, malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare o altra motivazione rilevante per il nucleo richiedente che abbia causato un disagio economico tale da compromettere la capacità del nucleo di assolvere regolarmente il pagamento del canone di locazione.

Il contributo riconosciuto a ciascun richiedente riguarderà la copertura di una mensilità di canone fino a un importo massimo di 800 euro.

Il bando è aperto da oggi 27 aprile e rimane aperto fino all’esaurimento dei fondi erogati da Regione Lombardia e comunque non oltre il 30 novembre 2020. Il contributo economico verrà assegnato al proprietario della casa entro 30 giorni dalla data della domanda.

I cittadini interessati potranno partecipare al bando compilando la modulistica presente sul portale www.sestosg.net. Chi avesse bisogno di chiarimenti potrà scrivere al servizio Agenzia Casa all’indirizzo di posta elettronica sostegnoaffittoCovid19@sestosg.net.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

27/04/2020