Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Richiesta di residenza o cambio di via per i cittadini dell'Unione europea

A chi si rivolge

I cittadini di uno stato dell’Unione Europea che vogliono restare in Italia per più di 3 mesi devono richiedere la residenza.

A cosa serve

L’iscrizione all’Anagrafe serve per ottenere:

  • la carta d’identità (non valida per l’espatrio)
  • l’attestato di regolare soggiorno, utile per i rapporti con le banche e per l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale
  • tutti gli altri certificati anagrafici.

Accedi al servizio

Puoi:

  • inviare la dichiarazione di residenza compilata in ogni parte con gli allegati e le copie dei documenti d’identità:
    • per raccomandata all’indirizzo Comune di Sesto San Giovanni - ufficio Anagrafe, piazza della Resistenza 20, 20099 Sesto San Giovanni
    • via PEC all’indirizzo comune.sestosg@legalmail.it, con la scansione della dichiarazione di residenza firmata a penna o digitalmente. Importante: per mandare una PEC al Comune devi avere una casella PEC
  • venire allo sportello Residenze dell’ufficio Anagrafe: scarica i moduli, compilali e consegnali. Importante: vieni all’Anagrafe solo con i moduli e gli allegati già compilati.

📌N.B. Allo sportello residenze viene registrato un numero limitato di  pratiche al giorno: da lunedì a sabato mattina i ticket sono distribuiti dalle 8.30 e l'ufficio rimane aperto fino al raggiungimento del numero massimo delle pratiche che vengono registrate.
Questo per garantire un servizio più accurato ed evitare lunghe code allo sportello.

Importante

Le domande che arrivano per raccomandata o via PEC saranno prese in carico solo se complete in tutte le loro parti, compresi gli allegati, altrimenti, se mancano i requisiti o i moduli sono incompleti, le pratiche verranno respinte in quanto irricevibili per legge (art. 2 legge 241 del 1990).

Irricevibilità - art. 2 legge 241 del 1990

Viene considerata irricevibile una domanda priva:

  • firma e data
  • copie documenti di riconoscimento
  • compilazione completa della domanda e degli allegati 1, 2 e 3
  • fotocopia contratto di locazione registrato
  • autorizzazione per case ERP

E’ importante consegnare tutta la documentazione che ti viene richiesta per provare a che titolo occupi la casa in cui ti stai trasferendo. Se non la consegni non puoi chiedere la residenza, come previsto dalla legge 80 del 2014 sulla lotta all’occupazione abusiva degli immobili. L’articolo 5 dice: "Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge".

Patente e veicoli

I dati della patente e la targa dei veicoli vanno indicati nella dichiarazione. L’ufficio Anagrafe provvederà a segnalare il cambio di residenza alla Motorizzazione civile che, entro 180 giorni, ti manderà un’etichetta adesiva grigia da mettere sul libretto di circolazione.

Cosa serve

Per fare il cambio di residenza devi consegnare in Anagrafe:

  • il modulo per la dichiarazione di residenza (compresi gli allegati)
  • la dichiarazione per la TARI (tassa sui rifiuti e sui servizi)
  • i documenti richiesti nell’allegato B

In particolare:

  • Modulo dichiarazione di residenza
    • deve essere compilato in tutte le sue parti e firmato da tutte le persone maggiorenni che fanno il cambio di residenza.
      Quando consegni o invii la dichiarazione di residenza, l’Anagrafe, prima di aprire la pratica, fa una pre verifica dei requisiti e controlla che il modulo sia compilato in tutte le sue parti. Se mancano i requisiti o i moduli sono incompleti, la pratica non viene presa in carico (in quanto irricevibile)
    • deve avere in allegato le copie di un documento valido di tutti quelli che fanno il cambio di residenza
  • Dichiarazione TARI
    Sul modulo della dichiarazione TARI devi mettere i metri quadri calpestabili e i dati catastali della nuova abitazione (sezione, foglio, particella o mappale, subalterno) compresi quelli di box, cantina e solai, se li hai (come previsto dalla Finanziaria del 2007).
    Devi compilare il modulo in tutte le sue parti. Se hai dubbi sui metri quadri della superficie calpestabile allega la copia della planimetria dell’abitazione.
    N.B. se non compili la dichiarazione TARI avrai una sanzione pari al 100% del tributo, come previsto dalle legge.

Costi e vincoli

Fare il cambio di residenza è gratuito.

Tempi e scadenze

Se ti trasferisci da un altro comune italiano, devi consegnare la dichiarazione di cambio di residenza entro 20 giorni da quando inizi ad abitare nella nuova casa.

Una volta che l’Anagrafe ha ricevuto il modulo di dichiarazione di residenza completo, registra la tua residenza entro 2 giorni lavorativi. Il Comune ha poi 45 giorni di tempo per fare tutti gli accertamenti e verificare la veridicità della tua dichiarazione.

Se il Comune rileva dei requisiti mancanti o gli accertamenti che fa hanno esito negativo, te lo comunica e da quel momento hai 10 giorni per presentare le tue osservazioni scritte.

L’ufficio può fare tutte le verifiche necessarie avvalendosi della Polizia locale.

Ulteriori informazioni

Confermato

Importante

Se dichiari il falso, andrai incontro alla decadenza dei benefici e a sanzioni penali (articoli 75 e 76 del dpr 445/2000), alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza (articolo 19, comma 3 del dpr 223/1989) e verrà ripristinata la tua posizione anagrafica precedente.

Riferimenti normativi

  • legge 1228 del 24/12/1954,
  • dpr 223 del 30/05/1989,
  • decreto legislativo 47 del 28/03/2014 convertito con modificazioni nella legge 80 del 23/05/2014,
  • circolare 14 del 06/08/2014 del Ministero dell’Interno.

Approfondimenti

Circolare n° 9 del Ministero dell’Interno - Modalità applicazione art. 5 "Cambio di residenza in tempo reale".

Circolare Prefettura di Avellino - Decreto legge 28/03/2014 n° 47 convertito nella Legge 23 maggio 2014 n° 80. Modalità di applicazione art. 5 "Lotta all’occupazione abusiva di immobili. Salvaguardia degli effetti delle disposizioni in materia di contratti di locazione - Chiarimenti".

Circolare Prefettura di Padova - art. 5 Decreto legge 28/03/2014 n° 47 convertito con modificazione nella Legge 23 maggio 2014, n° 80. "Iscrizione anagrafica e perdita della residenza".

Ultimo aggiornamento

12/08/2020