Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

C4S – Communities for Sciences – Educazione scientifica e inclusione a Sesto

Data di pubblicazione:

giovedì 29 ottobre, 2020

Tempo di lettura:

10 min

Ultimo aggiornamento:

lunedì 21 marzo, 2022

GiocheriaLaboratori: scienza

🧪Scienza e inclusione

Come dare vita ad attività educative che accolgano, stimolino e che siano davvero per tutti? Come includere, coinvolgere e rendere partecipi, i bambini e i ragazzi che hanno una disabilità?
GiocheriaLaboratori ci prova con la scienza!

E’ questo l’obiettivo di Communities for sciences, un progetto finanziato da Horizon 2020, il programma dell’Unione europea per la ricerca e l’innovazione. A questo progetto GiocheriaLaboratori sta lavorando con l’Università Milano Bicocca: progettare e realizzare attività e laboratori su temi scientifici per tutti i bambini e i ragazzi (da 0 a 16 anni), in un’ottica di inclusione nei confronti di chi ha difficoltà specifiche o una condizione di disabilità.

L’idea è di co-progettare e realizzare questi laboratori in stretta collaborazione con le associazioni e le realtà del territorio che si occupano di bambini con disabilità o che la vivono nel quotidiano come condizione personale o dei propri figli.  Bambini, ragazzi, famiglie, associazioni, educatori e insegnanti verranno coinvolti per costruire, sperimentare e mettere a punto laboratori di educazione scientifica.
Dalla sperimentazione di questi laboratori si potrà:
– raccogliere dati per fare ricerca sull’educazione scientifica inclusiva e produrre conoscenze da condividere con la comunità scientifica.
– fornire alle istituzioni gli strumenti adeguati per diffondere l’educazione scientifica e sensibilizzarle su alcune pratiche che purtroppo oggi rendono difficile l’accesso alla scienza da parte di tutti.

Le fasi

Il progetto dura 3 anni e si svolge in 3 fasi:

1️⃣2020 – Prima fase: costruire l’hub italiano

Logo Università BicoccaDurante tutto il primo anno, GiocheriaLaboratori e l’Università Milano Bicocca si occupano di costruire l’hub italiano: la rete di associazioni, famiglie, educatori e insegnanti con cui progettare, testare e sperimentare le attività, i materiali e i metodi didattici per creare laboratori scientifici da offrire a bambini e ragazzi, con un’attenzione particolare alla disabilità (Community Living Lab).

Ecco il progetto passo dopo passo:

🗓29 e 30 ottobre 2020: la prima fase è partita con il Kick-off meeting, un’intensa due giorni di presentazione del progetto e dei partners europei.

🗓novembre 2020:  in questo mese l’hub italiano si è coordinato per programmare le varie attività che rendono questo progetto un’occasione in evoluzione:
– continuare gli incontri con i nostri stakeholder e collaboratori:
– progettare i prossimi living lab
– progettare attività nelle scuole con il focus sull’inclusione
– programmare la formazione degli insegnanti
– cercare nuovi contatti e collaborazioni perché le buone pratiche inclusive di cui vorremmo occuparci riguardino proprio tutti.

📅 Dicembre 2020: Giocheria laboratori entra nelle scuole!
Siamo partiti con gli incontri (online) con le scuole dell’infanzia di Sesto. Abbiamo presentato alle scuole Fante d’Italia, Monte San Michele, Primavera e Vittorino, i 3 laboratori che Giocheria ha studiato su temi scientifici in un’ottica di inclusione nei confronti di chi ha difficoltà specifiche o una condizione di disabilità. Leggi la brochure con il dettaglio delle proposte.

📅 Febbraio 2021: laboratori con gli insegnanti
Durante l’incontro online con insegnanti di classe, insegnanti di sostegno ed educatori abbiamo proposto loro un’attività pratica, un laboratorio “fatto a casa” per sperimentazioni sulla luce e sul colore, con le forze e gli equilibri. Abbiamo poi raccolto le impressioni, le emozioni, le difficoltà e iniziato a ragionare su cosa vuol dire realizzare un laboratorio scientifico inclusivo per i bambini. Il tutto a partire dalla curiosità di capire, osservando i bambini, quali sono le esperienze scientifiche dei fenomeni luce equilibrio, pesi, forze, forme e dimensioni che ognuno di loro indaga e scopre attraverso le sue abilità specifiche.

2️⃣Da ottobre 2021 – Seconda fase 
Il secondo anno è stato dedicato a realizzare i laboratori pilota e a valutare le strategie di educazione inclusiva, che, consolidate e convalidate, sono state utilizzate in altri contesti.

📅Settembre 2021
Abbiamo collaborato per 5 mesi con le insegnanti delle tre scuole dell’infanzia coinvolte nel progetto C4S. Ogni mese ciascun gruppo ha condiviso la progettazione dei laboratori scientifici per i bambini e le bambine, con profonde riflessioni su come rendere queste proposte davvero innovative ed inclusive.
Quali parole ci hanno accompagnato?
Osservare – quello che fanno i bambini/e, come si muovono negli spazi, come usano i materiali, come collaborano tra di loro, quali limiti incontrano, come li superano.
Riflettere – per ridisegnare le proposte sulle reali esigenze e competenze dei bambini/e, confrontando punti di vista differenti.
Lasciarsi sorprendere – dalle strategie individuali, le iniziative a cui gli adulti non hanno pensato.
Sostenere – il loro percorso di apprendimento senza però dirigerlo

📅Da settembre a dicembre 2021
Il progetto C4S si è articolato nel suo secondo anno con delle proposte rivolte alle scuole e alle famiglie:

Iniziative offerte alla città – Nel mese di ottobre, all’interno del Festival Generazioni organizzato da UniMiB, sono stati allestiti allo Spazio MIL dei laboratori scientifici sui temi della luce, delle forze e degli equilibri. Nel pomeriggio di sabato 9 ottobre numerose famiglie hanno partecipato ai laboratori mentre nella mattinata un seminario in Bicocca ha visto la presenza delle insegnanti coinvolte nel progetto. Le proposte di GiocheriaLaboratori sono proseguite nella settimana successiva per accogliere le numerose domande di partecipazione pervenute.

Community Living Lab – Riprendono i contatti con le scuole dell’infanzia Fante d’Italia, Monte San Michele e Primavera con cui condividere alcune considerazioni sul percorso dell’anno precedente e proseguire la progettazione dei nuovi laboratori scientifici per i bambini e le bambine. Nasce una nuova proposta di Community Living Lab rivolta alle altre scuole dell’infanzia della città alle quali offriamo un percorso di co-progettazione di laboratori scientifici a tema “Luce e ombre”. Leggi la brochure con il dettaglio delle proposte.
Pilot – Le attività pilota si svolgono all’interno dei Community Living Lab e prevedono dei momenti di osservazione e raccolta di dati che saranno poi oggetto di analisi nel terzo anno. Due sezioni della scuola Monte San Michele saranno coinvolte da gennaio 2022 in questo progetto di ricerca condotto dall’hub italiana e condiviso con tutti i partner del C4S.
Bruxelles – Il 17 e 18 di novembre 2021 a Bruxelles c’è stata l’Assemblea Generale sul nostro progetto Horizon 2020! Due giorni in cui i partner del C4S hanno condiviso idee e iniziative e programmato le attività del terzo anno.

3️⃣Da ottobre 2022 -Terza fase 
Il terzo anno sarà dedicato a raccogliere le esperienze e i materiali per preparare una mostra dei principali risultati del progetto. Verrà inoltre costruito un Osservatorio Internazionale per l’Educazione Scientifica Inclusiva (IOISE). Un gruppo di lavoro con esperti scientifici e pedagogici legati alle comunità coinvolte, svilupperà a livello europeo una Style Guide on Inclusive Science Education rivolta alle istituzioni e agli esperti di comunicazione.

📅Da gennaio a marzo 2022
• Community Living Lab –
Abbiamo contattato le scuole dell’infanzia pubbliche della città e proposto a educatori e insegnati un percorso di co-progettazione di laboratori scientifici inclusivi per e con i bambini e le bambine.
Abbiamo scelto di esplorare alcuni tra i fenomeni fisici legati alle tematiche “Luce-ombra” e “Forze-equilibri”.
A gennaio sono partiti gli incontri online di formazione e ricerca con 6 scuole della città: 16 tra insegnanti e educatrici delle scuole Fante d’Italia e Primavera coinvolti nel percorso “Forze-equilibri” e altri 16 delle scuole Rodari, Collodi, Luini e C. Marx impegnati nell’esperienza con “Luce-ombra”. A questo primo incontro in gennaio ne segue un secondo a marzo, sempre online. Sono momenti importanti in cui scambiarsi le esperienze, confrontare i punti di vista; sono occasioni per riflettere insieme su diversi temi, ad esempio: come apprendono i bambini, quali buone pratiche favoriscono l’inclusione dei bambini e delle bambine con disabilità, quali metodologie di educazione scientifica conosciamo, quanto è importante la documentazione.
E tra un incontro online e l’altro GiocheriaLaboratori e il Servizio di Assistenza educativa scolastica entrano nelle scuole, nelle classi, negli spazi da progettare ed allestire per i laboratori, portando del materiale, accompagnando osservazioni e riflessioni fianco a fianco con insegnanti e educatrici.
Pilot – I bambini delle due classi della scuola Monte San Michele coinvolte nel progetto di ricerca hanno un appuntamento settimanale con il laboratorio “Forze-equilibri”. Le ricercatrici dell’università MilanoBicocca stanno raccogliendo tutti quei dati che saranno poi, nel terzo anno ed ultimo anno del progetto C4S, oggetto di analisi, elaborazione ed interpretazione.
GiocheriaLaboratori affianca le insegnanti nei momenti di progettazione e mette a disposizione materiali e strumenti.

Cosa altro bolle in pentola? In questi mesi GiocheriaLaboratori è il Laboratorio di ideazione e realizzazione di strumenti da mettere a disposizione dei bambini e delle bambine. C’è anche l’idea di aprire questi spazi alle insegnanti che desiderano costruire con noi qualcosa per i loro laboratori per mettere insieme esperienze diverse e fare nascere nuove idee. Con il supporto e le competenze del Gruppo Genitori Giocheria si è concretizzato il progetto della “ludopista”, un circuito di canaline da assemblare in cui fare scorrere diversi materiali ed oggetti. Siamo pronte per il collaudo!

La proposta di un percorso di “Formazione inclusione scolastica”, fatta nel mese di dicembre, ha visto un’alta adesione tra insegnanti di sostegno non di ruolo senza specializzazione ed educatori delle scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado. Nata all’interno del C4S da un accordo tra Dirigenti Scolastici, Università degli Studi Milano-Bicocca e Comune di Sesto San Giovanni, mette in calendario una serie di 3 incontri per ogni ordine di scuola tenuti dai docenti del corso di Didattica e Pedagogia speciale presso il dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa”, che si svolgeranno a marzo e aprile.

I primi passi

Nel 2019 Giocheria Laboratori ha partecipato alla call per la prima fase di presentazione del progetto alla Commissione europea, nell’ambito del programma Horizon 2020. Il 27 febbraio dall’Europa è arrivato il via libera con lo stanziamento di oltre un milione di euro. A giugno 2020 è stato firmato un accordo di finanziamento per il Comune di Sesto San Giovanni di 57.000 euro.

✨Cos’è C4S – Communities for Sciences

Communities for sciences (C4S) vuole raggiungere bambini, giovani, famiglie di comunità vulnerabili per coinvolgerli in proposte di attività sui temi dell’apprendimento scientifico, utilizzando modalità che permettano loro di porsi come attori sociali positivi, visibili e rilevanti all’interno del territorio. Per fare questo è stato creato un gruppo interdisciplinare e internazionale di partner e sostenitori, a cui sono state assegnate diverse comunità con cui lavorare, a seconda del loro contesto o della loro esperienza. Anche GiocheriaLaboratori e l’Università Milano Bicocca fanno parte di questo gruppo e mettono a diposizione tutta la competenza e l’esperienza maturata in anni di attività educative, laboratoriali e di ricerca per realizzare attività scientifiche per bambini e ragazzi con disabilità.

Chi partecipa

bandiera europeaIl progetto si svolgerà in 11 città di otto Paesi europei (Italia, Belgio, Catalogna-Spagna, Austria, Ungheria, Bulgaria, Svezia e Germania). Diverse università, istituzioni educative locali e organizzazioni non profit lavoreranno insieme durante i tre anni del progetto approvato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 con un budget complessivo di 1,1 milioni di euro.

Communities for sciences è composto da:
Fundació Universitària del Bages, campus di Manresa dell’UVic-UCC (Catalogna-Spagna)
Twitter: @umanresa
Facebook: @umanresa / @umanresalab06
LinkedIn: www.linkedin.com/school/1202268/admin/
Fundació Universitària Balmes, Campus Vic – UVic-UCC (Catalogna-Spagna)
Twitter: @uvic_ucc
Facebook: @UniversitatdeVic
LinkedIn: www.linkedin.com/school/universitat-de-vic/
IB University of Applied Health and Social Science (Germania)
Facebook: www.facebook.com/IB-Hochschule-267026554184284
– Galileo Progetti (Ungheria),
Università di Milano-Bicocca (Italia)
LinkedIn: www.linkedin.com/school/university-degli-studi-di-milano-bicocca
Giocheria Laboratori – Comune di Sesto San Giovanni (Italia),
Facebook: https://www.facebook.com/GiocheriaLaboratori-954485907959162
Board of Education for Vienna, Ufficio Europeo e Wirtschaftsuniversitat Wien (Austria),
Università Erasmus di Bruxelles (Belgio)
Twitter: @ehbrussel
Facebook: @erasmushogeschool
LinkedIn: www.linkedin.com/school/erasmushogeschool-brussel/
Lunds Universitet (Svezia)
Twitter: @medfak_LU
Facebook: @medicinskafakulteten
Nuova Università Bulgara (Bulgaria)
Twitter: @NBUSofia
Facebook: @officialNBU

🔎Seguici su

Pagina Facebook di GiocheriaLaboratori

Communities for sciences

Twitter: @C4SH2020

Galleria

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

21/03/2022