Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l'acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Contributo affitto Misura unica

Se sei in difficoltà economica, puoi chiedere il contributo di Regione Lombardia che ti aiuta a pagare l'affitto. Leggi come fare domanda.

contributo affitto, mano che tiene su una casa

📄Cos’è e a che cosa serve?

È un contributo di Regione Lombardia che ti aiuta a pagare l’affitto di casa se sei in difficoltà economica.

Puoi chiedere questo contributo se sei in affitto:

da un privato, sul libero mercato (compreso il canone concordato)
in godimento (ad esempio case delle cooperative sociali assegnate ai soci, etc.)
in un alloggio SAS – Servizi Abitativi Sociali (ad esempio il canone moderato, ALER con canone moderato, etc.)

n.b. NON puoi chiedere il contributo se:
– vivi in una casa SAP – Servizi Abitativi Pubblici (ex ERP) di proprietà del Comune o di ALER (con bando casa popolare, vedi link in fondo a questa pagina)
– hai un contratto di locazione con acquisto a riscatto.

Il contributo viene richiesto da chi è in affitto e viene assegnato direttamente al proprietario della casa. Copre fino a 10 mensilità di affitto fino ad un massimo di € 3600,00.

Può essere richiesto un solo contributo affitto per ogni casa, questo significa che può fare domanda un solo componente della famiglia o un solo coinquilino. Nel caso in cui più coinquilini avessero diversi contratti d’affitto per la stessa casa, ciascuno potrà fare la domanda. Ti ricordiamo che il contributo è comunque massimo di € 3600,00 per appartamento.

🙋🏻‍♂️Chi può fare domanda

Puoi accedere al Contributo affitto se hai questi requisiti:

– sei residente a Sesto San Giovanni
– hai un contratto di affitto da almeno 6 mesi nell’alloggio alla data della presentazione della domanda, come stabilito dalla D.G.R. 6970/2022 del 19 settembre 2022.
non hai uno sfratto in corso
non sei proprietario o usufruttuario, né tu né nessun componente del tuo nucleo familiare, di una casa adeguata alle esigenze della tua famiglia in Lombardia
– hai un ISEE in corso di validità del valore massimo di € 26.000,00
N.B.
Chi ha un ISEE ordinario fino a € 35.000,00 e ha una variazione peggiorativa della situazione lavorativa e reddituale, con dichiarazione di perdita del proprio reddito oltre il 25% rispetto all’anno precedente, può presentare anche l’ISEE corrente in corso di validità.
– sei in difficoltà a pagare regolarmente l’affitto perché ti trovi in almeno di una di queste situazioni (qui indicate a titolo esemplificativo e non esaustivo):

  • perdita del posto di lavoro
  • consistente riduzione dell’orario di lavoro che comporti una riduzione di reddito (il calo reddito è rilevabile dall’ISEE corrente)
  • mancato rinnovo dei contratti a termine
  • cessazione di attività libero-professionali
  • malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare
  • età al di sotto dei 35 anni di tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico
  • il verificarsi di una o più condizioni collegate all’emergenza conseguente all’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità e del suo impatto sulle famiglie e sull’economia
  • il verificarsi di una o più condizioni collegate all’emergenza conseguente al COVID 19

– un’altra motivazione che ha causato una difficoltà economica tale da compromettere la capacità di pagare regolarmente l’affitto.

🟩Puoi partecipare al bando anche se hai ricevuto prima del 2022 (non nel corso del 2022) altri contributi per l’affitto di Regione Lombardia.
🟥Non puoi partecipare invece se hai ricevuto il contributo “Misura morosità incolpevole 2022”.
🟧Il Reddito di Cittadinanza e il Contributo affitto non si sommano. Questo vuol dire che se hai il Reddito di Cittadinanza puoi partecipare al bando e la quota destinata all’affitto sarà compensata sul RDC direttamente dall’Inps (art. 1 D.M. infrastrutture e mobilità sostenibili del 13 luglio 2022).

📅 Quando

Il bando rimane aperto fino all’esaurimento dei fondi erogati da Regione Lombardia e comunque fino al 31 dicembre 2022.

⌛ Tempi di rilascio dal momento della presentazione della domanda

Il Contributo affitto viene assegnato al proprietario della casa successivamente alla verifica dei requisiti.
Riceverai comunicazione dell’esito della pratica, e nel caso di liquidazione di contributo sarà avvisato anche il proprietario dell’alloggio.

📎Documenti da allegare

  • copia di un documento di identità valido e copia del codice fiscale di chi fa la domanda
  • se sei un cittadino extra UE devi allegare copia del permesso di soggiorno in corso di validità o la copia della ricevuta per la richiesta di rinnovo che ti ha rilasciato la Questura
  • copia dell’attestazione ISEE in corso di validità
    n.b.
    le domande che arrivano senza copia dell’attestazione ISEE verranno rigettate
  • copia del contratto d’affitto regolarmente registrato, ad eccezione dei contratti di assegnazione in godimento (ai sensi dell’art. 66 della L. 331/1993)
  • ogni documento utile per dimostrare la difficoltà economica sopravvenuta (ad esempio: lettera di licenziamento, lettera di riduzione dell’orario lavoro, nota di collocamento in cassa integrazione, periodo di chiusura parziale o totale dell’attività commerciale, artigianale o libero-professionale, sopravvenuta malattia, età al di sotto dei 35 anni di tutti i componenti del nucleo familiare anagrafico, il verificarsi di una o più condizioni collegate all’emergenza conseguente all’aumento dei prezzi del gas e dell’elettricità e del suo impatto sulle famiglie e sull’economia, il verificarsi di una o più condizioni collegate all’emergenza conseguente al COVID 19, etc.).
  • dichiarazione del proprietario della casa (compilazione dell’allegato A1 se il proprietario è una persona, A2 se il proprietario è una società) in cui dichiara di non aver avviato procedure di sfratto e comunica i suoi estremi bancari (per accreditargli il contributo richiesto) e la sua mail.
    🔴Ricordati! Insieme alla dichiarazione devi allegare la copia di un documento d’identità e del codice fiscale del proprietario (se ci sono più proprietari indicati sul contratto, devi allegare i documenti di tutti).
    Il proprietario può essere sia una persona fisica, che una persona giuridica (cooperativa o azienda). In entrambi i casi, devi fargli compilare e firmare la dichiarazione. Se ci sono più proprietari indicati sul contratto, devono tutti compilare e firmare la dichiarazione.
    📌 Dichiarazione se il proprietario è una persona fisica. 
    📌 Dichiarazione se il proprietario è una persona giuridica.

ℹ Informazioni utili

Assicurati di avere:

  • i dati catastali della casa: foglio, mappale (o particella) e subalterno. Se non sono scritti sul tuo contratto di affitto chiedili al proprietario
  • gli estremi del contratto di affitto: data di stipula, data di registrazione, sede dell’Agenzia delle Entrate dove è stato registrato, numero del codice identificativo, nome dell’intestatario (se c’è più di un intestatario è sufficiente indicarne uno solo)
  • il tuo codice fiscale e quello di tutti i componenti del nucleo familiare
  • l’attestazione ISEE in corso di validità
  • la dichiarazione firmata dal proprietario di casa (sia se è persona giuridica che fisica), la copia del suo documento d’identità valido, del codice fiscale e l’Iban. Se ci sono più proprietari, servono le dichiarazioni e i documenti di tutti.

n.b. la domanda deve essere completa, va compilata in tutte le sue parti.

💻 Come fare la domanda

C’è tempo per presentare la domanda fino al 31 dicembre 2022.
Scarica e compila i moduli
che trovi in fondo a questa pagina e inviali:

  • via mail a protocollo@sestosg.net (se la protocollazione avviene correttamente riceverai sulla tua mail una ricevuta di protocollazione)
  • via pec (da un indirizzo pec) a comune.sestosg@legalmail.it
  • di persona, su appuntamento 👉🏼Prendi appuntamento online qui
  • via posta con raccomandata con avviso di ricevimento a questo indirizzo: Comune di Sesto San Giovanni, Piazza della Resistenza 20 – 20099 Sesto San Giovanni (MI). Intesta così la busta: “Contributo affitto – Misura Unica”. In questo caso farà fede la data di ricezione della domanda da parte dell’ufficio protocollo.

📚 Normativa

  • D.G.R. XI/6491 DEL 13 giugno 2022
  • D.G.R. XI/6970 del 19 settembre 2022

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

28/11/2022