Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

Le famiglie residenti a Sesto con almeno un figlio minorenne che si trovano in situazioni di bisogno e disagio, possono rivolgersi al servizio sociale del Comune. Dopo una valutazione iniziale, i servizi sociali propongono un progetto d’intervento mirato, da realizzare con la collaborazione diretta del minore e della famiglia. L’intervento, infatti, periodicamente monitorato, promuove l’autonomia e il senso di responsabilità individuale.

Il progetto può anche coinvolgere altri servizi comunali, associazioni di volontariato e cooperative sociali del territorio.

Come si accede: il segretariato sociale

Dovete rivolgervi al Segretariato sociale per adulti e famiglie con minori, prima e unica porta d’accesso ai servizi sociali.Qui ricevete informazioni, orientamento e consulenza su problemi personali e familiari.

Durante il colloquio avete l’occasione di parlare con un’assistente sociale della vostra situazione e potete ottenere informazioni utili per affrontare i vostri bisogni.

Successivamente  l’equipe professionale, formata da assistente sociale, psicologo ed educatore professionale, valuta se è necessario un incontro di approfondimento e, in base a questo, elabora un progetto d’intervento specifico da realizzare con la vostra collaborazione.

Quando

Il Segretariato sociale per adulti e famiglie con minori riceve solo su appuntamento.

Gli aiuti che possiamo offrirvi

L’intervento viene deciso e progettato dall’equipe professionale del Servizio sociale, dopo un’attenta e approfondita valutazione, e può riguardare:

> Aiuti economici diretti o indiretti

Sono contributi economici, concessi solo per brevi periodi, per aiutare le famiglie e i singoli cittadini che non hanno un reddito sufficiente a soddisfare i bisogni essenziali di vita.
Possono essere diretti, attraverso l’erogazione di somme oppure indiretti,.cioè sgravi di rette o tributi.

E’ possibile richiedere anche: l’assegno maternità e l’assegno per i nuclei familiari

N.B. Per ottenerli dovete presentare la certificazione ISEE aggiornata e in corso di validità. L’erogazione dei contributi avviene in base al regolamento comunale e si accompagna sempre a un percorso di valutazione e sostegno da parte dell’equipe del servizio.

> Integrazione socio lavorativa

A chi si trova in condizioni di svantaggio economico, sociale e relazionale ed è in età lavorativa, il servizio sociale può proporre la segnalazione al SISL – Servizio Inserimenti Socio-Lavorativi per un intervento di integrazione socio lavorativa. Il servizio SISL definisce un progetto che può avvalersi del tirocinio lavorativo o della borsa lavoro. L’Equipe professionale del servizio sociale garantisce il monitoraggio per tutta la durata del progetto

> Aiuto ai genitori

Per i padri e le madri in difficoltà il servizio sociale può attivare interventi sociali, psicologici ed educativi per recuperare e sviluppare le competenze genitoriali.

> Un progetto educativo di sostegno

Al minore e alla sua famiglia viene proposto, a casa propria o altrove, un intervento svolto dall’educatore per:

  • sostenere e rinforzare le capacità relazionali del minore
  • supportare le capacità genitoriali e aumentare le competenze educative della famiglia,
  • orientare e supportare l’attività scolastica
  • sostenere le competenze per facilitare la ricerca attiva del lavoro da parte degli adolescenti (dai 16 anni)
  • svolgere incontri protetti tra familiari e minori

Questo progetto viene attivato dal servizio sociale su richiesta dell’Autorità Giudiziaria.

> Affido familiare

L’affido familiare può essere avviato con il consenso della famiglia d’origine o disposto dall’Autorità Giudiziaria, qualora si ritenga che le difficoltà di una ambiente familiare siano così gravi da pregiudicare la capacità dei genitori di occuparsi del figlio in modo adeguato.

In questo caso i Servizi Sociali cercano allora un’altra famiglia disposta a tenere il minore in affido per tutto il tempo necessario.

Le famiglie che si propongo per l’affido possono contare sulla competenza di assistenti sociali, psicologi e pedagogisti per poter comprendere meglio quale aiuto offrire.

I cittadini si possono rivolgere al Segretariato Sociale.

L’accesso al servizio può avvenire anche su mandato della Magistratura.

Leggi tutte le info sull’affido familiare.

> Interventi di tutela dei minori

L’Equipe dell’area minori può attivarsi anche su richiesta di altri servizi (scuole, azienda ospedaliera, ASL, Medici di medicina generale, etc.) che segnalano situazioni di famiglie con minori in condizione di disagio e/o pregiudizio.

Il Tribunale per i Minorenni e il Tribunale Ordinario di Monza o di Milano, possono incaricare i Servizi Sociali di fare indagini sociali e psicosociali. In questo l’Equipe svolge approfondimenti e propone al tribunale e alla famiglia  interventi a sostegno del minore e del suo nucleo.

La tutela dei minori è, per legge, uno dei compiti istituzionali del Comune.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

24/03/2020